Tonali e l'ultimo gesto d'amore per il Milan: pronto a ridursi l'ingaggio per restare

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
·1 minuto per la lettura
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

La trattativa fra Milan e Brescia per Sandro Tonali non si ferma anche se procede incredibilmente a ritmo lento con un'unica grande certezza: Tonali vuole solo ed esclusivamente restare in maglia rossonera al punto da tenere le mani del presidente Cellino legate. Una volontà che sta portando Tonali a compiere un ulteriore passo pur di agevolare l'affare.

SOLO 5 MILIONI - Vi abbiamo raccontato a lungo in questi giorni dei ripetuti contatti tra le due società e del dettaglio non da poco (LEGGI QUI) che alla scadenza del diritto di riscatto lo scorso 13 giugno il Brescia ha restituito al Milan 5 dei 10 milioni versati la scorsa estate per il prestito, come da accordi. La trattativa di fatto è ripartita da zero e per questo sta procedendo a oltranza e senza grossi punti di svolta.

SACRIFICIO TONALI - Come detto si continua a lavorare per arrivare alla fumata bianca e tutto prima di mercoledì 7, giorno in cui partirà il ritiro del Brescia. Olzer e Colombo (non subito, ma dopo la prima settimana del ritiro del Milan) sono i giovani da inserire nell'affare richiesti da Cellino, ma c'è un ulteriore dettagli che sta mettendo in prima linea proprio Sandro Tonali. Il calciatore oggi percepisce 1,6 milioni di euro dal Milan e pur di restare e agevolare il club rossonero con i discorsi economici è pronto a ridursi l'ingaggio accettando cifre inferiori e con il disavanzo che sarebbe investito dal Milan per il suo cartellino. Dettagli non da poco, con i tempi che ora stringono.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli