Torino, effetto Juric: dopo Zima e Praet si chiude per Brekalo. Accordo col Wolfsburg, le ultime

In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Ivan Juric è stato accontentato. Dopo i durissimi sfoghi prima e dopo l'ultima partita di campionato contro la Fiorentina, l'allenatore del Torino è riuscito a fare breccia nelle resistenze di Urbano Cairo e a sbloccare un mercato sin qui piuttosto avaro di movimenti e di soddisfazioni. Su input del tecnico croato, il club granata ha decisamente virato a ridosso della conclusione ufficiale del calciomercato e ha piazzato tre accelerazioni importanti per rinforzare tutti i reparti. E così, dopo l'accordo con lo Slavia Praga per il centrale classe 2000 David Zima - in mattinata il giocatore è arrivato in città per le visite mediche - e l'accordo strappato al Leicester per il prestito dell'ex Samp Dennis Praet, in questi minuti è arrivato anche l'ok del Wolfsburg per l'esterno offensivo Josip Brekalo.

QUANTI COLPI - Attaccante classe '98, reduce da una stagione da 29 presenze e 7 gol in Bundesliga - coincisa con la qualificazione alla prossima Champions League - Brekalo è stato ripetutamente accostato ai club italiani nelle ultime finestre di mercato. Fino ai giorni scorsi, il croato era stato seguito anche dalla Lazio, ma è stato il Torino a spuntarla raggiungendo un'intesa col Wolfsburg sulla base di un prestito ad un milione di euro e un diritto di riscatto fissato ad 11. In attesa di possibili novità sul fronte del mediano - con Rincon richiesto dalla Sampdoria e il fiorentino Amrabat che resta una possibilità last minute - Juric avrà dunque i rinforzi desiderati. Con Zima e Praet, Cairo e il ds Vagnati sono pronti a battere il colpo Brekalo.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli