Torino, lite clamorosa tra Juric e il ds Vagnati: 'Non sai lavorare., non fai un c...'. 'Porta rispetto, ti ho difeso sempre' VIDEO

Volano gli stracci in casa Torino. Il tecnico granata Ivan Juric e il direttore sportivo Davide Vagnati sono stati infatti protagonisti di uno scontro durissimo nel ritiro di Waidring, dove peraltro la squadra era impegnata oggi in un test amichevole contro l'Apollon Limassol. Nonostante manchino conferme dai diretti interessati circa i motivi del pesante diverbio, le ultime indiscrezioni riferiscono di uno Juric particolarmente infastidito per l'andamento del calciomercato e per l'operato dello stesso Vagnati, che in giornata era giunto nella località austriaca accompagnato dal suo collaboratore Emiliano Moretti. Proprio con l'intento di placare l'insoddisfazione dell'allenatore croato e provare a rassicurarlo sull'andamento delle trattative in entrata per rinforzare il gruppo.

PAROLE GROSSE - Lo scontro tra i due è decisamente animato, come confermano le immagini girate all'insaputa di tutti da una persona sistemata nei pressi di un balcone che si affacciava sulla strada nella quale avviene tutto. Urla, spintoni e il tentativo del team manager del Torino Marco Pellegri (padre dell'attaccante granata Pietro, ndr) vengono documentati nel botta e risposta continuo e dai contenuti molto forti che vede protagonisti Juric e Vagnati. Un episodio grave e pesante, che potrebbe avere anche ripercussioni sul futuro prossimo del club del patron Urbano Cairo. Ecco tutto lo scambio di battute tra i due:

VAGNATI: "Ti sto facendo la squadra... Non se un c.... di nessuno"

JURIC: "Tu non fai un c.... Imbecille di m....".

VAGNATI: "Tu non mi alzi la voce (ripetuto più volte), capito? Perché non sei un c.... di nessuno. Hai capito, fenomeno del c....?".

JURIC: "Ma vai a c.... (ripetuto più volte)".

VAGNATI (dopo aver cacciato un urlo): "Devi avere rispetto, come io ce l' ho di te. Testa di c.... (ripetuto più volte)".

JURIC: "Non ce l'ho, non ce l'ho. Non sai lavorare". VAGNATI: "Devi avere rispetto, ti ho sempre difeso agli occhi di quel testa di c....".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli