Torino-Milan 2-1: gol di Djidji, Miranchuk e Messias

(Adnkronos) - Si interrompe la rincorsa del Milan al Napoli capolista. I rossoneri perdono all'Olimpico di Torino per 2-1 contro i granata. I campioni d'Italia in carica partono bene con due occasioni per Leao ma i padroni di casa sbloccano la gara con un colpo di testa di Djidji. Dopo soli 2' Miranchuk trova il raddoppio. Nella ripresa il Milan accorcia con Messias ma a nulla serve l'assalto finale. Il Milan, che torna a perdere in trasferta dopo quasi un anno, resta fermo a quota 26 ed è terzo a 6 lunghezze dai partenopei e viene superato dall'Atalanta, seconda a 27. La squadra di Juric sale al nono posto con 17 punti.

Le prime opportunità del match le costruisce Diaz con due assist sprecati da Leao ma la facilità iniziale con la quale il Milan si avvicina a Milinkovic-Savic cala con il passare dei minuti, con il Torino che prende le misure anche con qualche fallo di troppo che costano il giallo per Schuurs e Buongiorno. I granata crescono e in due minuti, tra il 35' e il 37', spaccano la partita. Kalulu commette fallo su Vlasic e viene ammonito. Dalla punizione, battuta dalla sinistra da Lazaro, Djidji non deve nemmeno saltare per colpire di testa e indirizzare in rete: 1-0. Due giri di lancette e da un rilancio di Milinkovic-Savic c'è la deviazione di Gabbia che favorisce Miranchuk. Il diagonale del trequartista russo vale il 2-0.

Pioli capisce che serve una scossa e sostituisce all'intervallo Leao e Diaz con Rebic e De Ketelaere. Al 22' è Messias a riaprire l'incontro anche se l'azione sembra viziata da un fallo dello stesso brasiliano su Buongiorno, una spinta ritenuta regolare dall'arbitro che fa infuriare Juric che viene espulso. Nel finale nemmeno l'ingresso di Giroud dà gli effetti sperati e Origi, in campo per tutti i 90', non punge mai. Così il Toro torna a vincere contro i rossoneri dopo 3 anni, trova il secondo successo consecutivo e sale al nono posto, rosicchiando due punti all'Udinese. Il Milan scivola in terza posizione, dietro anche all'Atalanta e con il Napoli che va in fuga.