Totti apre alla Roma: "Se Friedkin chiama ci parlerò, mai dire mai"

Goal.com

Francesco Totti non è più un dirigente della Roma da quasi un anno ormai, da quella conferenza di giugno 2019 che ha sancito la fine del rapporto con la squadra e la società. Da sempre l'ex Capitano giallorosso non ha avuto un buon rapporto con Pallotta e con qualche membro dell'attuale dirigenza.

Ma ora che le cose stanno cambiando? La Roma ben presto sarà totalmente nelle mani di Friedkin ed è per questo che in un'intervista alla 'Gazzetta dello Sport', Francesco Totti non chiude le porte ad un possibile ritorno, anzi.

"Se dovesse arrivare una telefonata da Friedkin? Beh, sicuramente ci parlerò. Poi valuterò, nella vita mai dire mai..."

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

D'altronde il suo rapporto con la Roma è un rapporto speciale, che non è semplice riscontrare nelle carriere di altri calciatori.

"Scegliere di restare a Roma per sempre è stato amore puro, la strategia non serviva. C’è stato un momento in cui sono stato davvero vicino ad andare via, ma non parlatemi di fughe. E’ una questione di rispetto verso i tifosi e la maglia, non lo avrei mai fatto, non avrei mai tradito una società che mi ha dato tanto".

Poi sguardo proiettato al presente e al futuro della squadra, Totti è fiducioso.

"L’Europa League? E’ uno degli obiettivi, così come il quarto posto, ma non è facile. Il campionato sta per finire e in Europa il tabellone si è ristretto. Devono restare uniti, fare quello che sanno e spero davvero di poterli vedere raggiungere certi traguardi".

Potrebbe interessarti anche...