Totti: "La Roma ha preso l'allenatore più forte del mondo. Se ritorno? Ho il telefono spento"

Sono stati presentati oggi, presso il Salone d'Onore del CONI, i nuovi Ambassador delle Olimpiadi Invernali 2026. Alla scuderia olimpica composta da Federica Pellegrini, Alberto Tomba e Deborah Compagnoni si sono aggiunti anche Bebe Vio e Francesco Totti. L'ex capitano della Roma ha colto l'occasione per parlare dell'evento di Milano-Cortina ed elogiare l'operato dell'Italia a Euro 2020. Inevitabile un piccolo riferimento al club giallorosso.

OLIMPIADI - "Mi sarebbe piaciuto partecipare a un'Olimpiade. Purtroppo c'erano giocatori più forti. Il rispetto verso il prossimo è un valore basilare e sta alla base dei valori olimpici. Le Olimpiadi invernali? Devo dire che ho avuto il piacere di fare una settimana bianca, a Cortina, dopo essermi ritirato dal calcio. Ho scoperto che è veramente bello sciare".

I tifosi dell'Italia | Quality Sport Images/Getty Images
I tifosi dell'Italia | Quality Sport Images/Getty Images

ITALIA A EURO 2020 - "Finora le cose stanno andando nel verso giusto. Non diciamo niente per scaramanzia, ma siamo uniti come squadra, e la squadra sta unendo anche il paese. Speriamo di arrivare più avanti possibile perché è tanto tempo che manca un Europeo all'Italia, penso che questo può essere l'anno giusto. Questa Nazionale può arrivare lontano, perché quello che sta dimostrando è un bel gioco, un bel divertimento. Tutti hanno la passione e la voglia di vincere. Analogie con la squadra del 2006? Penso he quelle si vedranno solo alla fine, vedremo se saranno le stesse. Consigli a Mancini? Non sono l'allenatore, non è giusto dare consigli, sta facendo bene. Ai compagni dico di continuare così, ma anche tutti gli italiani lo dicono. Adesso gli avversari cominciano ad essere pericolosi. Dagli ottavi può succedere di tutto, ci sono grandi squadre e per vincere bisogna batterle quasi tutte. Tutte sono battibili, la Francia è la candidata a vincere l'Europeo. Ma abbiamo visto ieri che contro una squadra forte come il Portogallo fa fatica anche la Francia".

MOURINHO ALLA ROMA - "Quando arriverà dirà quello che pensa. Abbiamo preso l'allenatore più forte al mondo. Se mi sarebbe piaciuto essere allenato da lui? Quando ero più giovane sì. Se ritorno? Non ho parlato con nessuno della Roma e non ci sarà nessun ruolo per me. Se mi chiamano, ho il telefono spento".

Segui 90min su Instagram.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli