Tra 32-0 e traverse da 40 metri: Crotone 'amarcord' per Mirabelli

Massimiliano Mirabelli, neo ds del Milan, tornerà a Crotone dove giocò nel 1994/95: tra legni e risultati 'monstre' i ricordi si sprecano.

Oggi è il nuovo direttore sportivo del Milan, ma poco più di 20 anni fa Massimiliano Mirabelli faceva il calciatore e indossava la maglia del Crotone. Domenica il ritorno allo 'Scida', in uno stadio che gli rievocherà diversi ricordi.

Da difensore centrale il neo dirigente rossonero diede il suo contributo a quella che per i calabresi fu una stagione da sogno (1994/95), condita da diversi aneddoti riportati dalla 'Gazzetta dello Sport'. Tra cui uno con protagonista proprio Mirabelli.

Crotone-Silana, campionato di Eccellenza: il ds milanista tenta la giocata del giorno calciando da 40 metri, ma la sfera scheggia la traversa. "Ricordo quel tiro, la Silana era l’avversaria diretta per il salto di categoria e l’atmosfera era da derby", parola del segretario rossoblù Anselmo Iovine.

A fine annata i pitagorici festeggiarono l'approdo in Promozione, tra i picchi più alti di quel '94/95 un fragoroso 32-0 rifilato alla Palmese: "Al ritorno uno a zero per loro. Qualche occhio nero per noi".

A dirlo è Enzo Stasi, ex compagno di Mirabelli, che racconta della rabbia dei campani per il passivo 'choc' subito a Crotone e vendicato nella sfida a campi invertiti. "Massimiliano era bravo tatticamente, un difensore fisico. In spogliatoio, forse un po’ introverso. Da noi faceva il libero e già si capiva, aveva la predisposizione da direttore sportivo". Le impressioni dell'epoca gli hanno dato ragione.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità