Tra Verona e Investcorp: settimana-verità per il Milan

Lunedì 2 maggio 2022, l'inizio di una settimana cruciale per il futuro del Milan, dal punto di vista sportivo e societario. La lotta scudetto con l'Inter è inevitabilmente serrata e i rossoneri sono entrati nell'ultimo segmento di questa bagarre con il destino ancora tra le mani, visti i due punti di vantaggio mantenuti con la vittoria sofferta contro la Fiorentina. Non c'è tempo però per godersi il pomeriggio di San Siro, c'è da preparare il prossimo impegno e una trasferta, quella di Verona, delicatissima per le sorti del campionato. Il primo di tre turni, calendario e classifica alla mano, apparentemente favorevoli all'Inter, che giocherà in casa contro l'Empoli (aritmeticamente salvo) venerdì: vincendo la squadra di Inzaghi avrebbe la possibilità di scavalcare momentaneamente il Diavolo, alzando ulteriormente la pressione su Maignan, Leao e compagni in vista del rush finale. Stefano Pioli ha ribadito dopo il successo sulla Viola l'importanza dell'aspetto mentale nella crescita avuta dal Milan e proprio su questo dettaglio si concentreranno gli sforzi in vista del confronto con l'Hellas, perché se è vero che sulla carta i rossoneri possono 'giocarsi' anche un pareggio nelle ultime tre giornate trovandosi avanti negli scontri diretti con l'Inter, uscire dal Bentegodi con un'altra vittoria potrebbe dare un segnale molto forte e una spallata alle convinzioni dei nerazzurri, attesi nel turno successivo dalla trasferta di Cagliari, squadra scossa dall'esonero di Mazzarri e potenzialmente ancora invischiata nella lotta salvezza.

Un weekend di fuoco che potrebbe però essere preceduto da novità importanti per quanto riguarda la trattativa tra Elliott e Investcorp e il futuro del club: sono i giorni delle firme. La due diligence è stata completata senza che fossero rilevate criticità e, salvo colpi di scena, in settimana è atteso il signing con il completamento di tutte le carte, primo passo per arrivare poi al fatidico closing (prima dell'estate) e completare il passaggio del Milan al fondo del Bahrain per 1,18 miliardi di euro. Un passaggio importante, assieme all'esito della lotta scudetto, per cominciare a delineare le prossime strategie anche sul mercato. Il lavoro di Maldini e Massara (e di Moncada nell'area scouting) è stato apprezzato anche da Investcorp ed è dunque molto probabile la conferma in blocco della dirigenza nell'area sportiva, che nel frattempo porta avanti alcune operazioni 'macro' come i rinnovi di Leao e Bennacer o i contatti per Botman e Renato Sanches. Tante altre situazioni, tuttavia, dovranno arrivare sul tavolo delle discussioni nel corso delle prossime settimane: i prolungamenti con adeguamento per Kalulu e Tonali, tra le note più positive della stagione, o ancora il futuro di Ibrahimovic e quello di Krunic, fino alle scelte sulla trequarti e gli esterni d'attacco, con la fascia destra come nodo principale. Tante situazioni in attesa di passi in avanti, molto passa da questa settimana: tra Verona Investcorp, sette giorni roventi per il futuro del Milan.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli