Tre anni di CR7: i momenti da ricordare di Cristiano Ronaldo alla Juventus

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
·2 minuto per la lettura
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Sono trascorsi esattamente tre anni da quel 10 luglio 2018, giorno in cui la Serie A ha aperto le porte a uno dei calciatori più forti di tutti i tempi. Per giorni la stampa nazionale e mondiale ha raccontato della trattativa per portare Cristiano Ronaldo alla Juventus, conclusasi positivamente grazie al lavoro svolto dall'allora direttore sportivo Fabio Paratici e all'intermediazione del super-agente Jorge Mendes. E ora che le parti sono in fase di riflessione, valutando l'opzione di lasciare l'Italia prima del 30 giugno 2022, vediamo quali sono i tre aspetti che hanno caratterizzato - in bene - l'esperienza di CR7 in bianconero.

Crescita del brand a livello internazionale

Andrea Agnelli | Jonathan Moscrop/Getty Images
Andrea Agnelli | Jonathan Moscrop/Getty Images

Analizzando l'aspetto finanziario, la Juventus ha ricevuto un ritorno di immagine notevole dopo la firma di Cristiano Ronaldo. L'appeal globale del portoghese ha garantito alla società bianconera un incremento delle vendite legate al merchandising, dell'attenzione mediatica e commerciale all'estero e delle interazioni virtuali sui canali social del club. Il valore in Borsa è salito del 40%, mentre il numero di followers è stato raddoppiato in questi tre anni, permettendo così alla Juve di accodarsi a potenze calcistiche europee del calibro di Barcellona, Real Madrid e Manchester United.

I trofei conquistati con la Juventus

Cristiano Ronaldo | Jonathan Moscrop/Getty Images
Cristiano Ronaldo | Jonathan Moscrop/Getty Images

La Champions League non è arrivata, inutile nascondersi dietro a un dito. L'acquisto di Cristiano Ronaldo dal Real Madrid avrebbe dovuto annullare l'ossessione di salire sul tetto d'Europa nel giro di pochi anni, dopo tanti tentativi andati a vuoto nelle precedenti gestioni tecniche. Tuttavia, CR7 ha confermato la sua etichetta di "calciatore vincente", aiutando la Juventus a conquistare due Scudetti di fila (2018/19, 2019/20), altrettante Supercoppe Italiane (2018, 2020) e una Coppa Italia (2020/21). Inoltre, è stato eletto miglior calciatore portoghese dell'anno all'estero (2019), miglior calciatore dell'anno (2018, 2019) e del secolo (2001-2020), nonché capocannoniere della Serie A al termine della stagione 2020/21.

I tantissimi record battuti

Cristiano Ronaldo | GIUSEPPE CACACE/Getty Images
Cristiano Ronaldo | GIUSEPPE CACACE/Getty Images

Oltre ai cinque trofei di squadra e ai tanti riconoscimenti individuali, Cristiano Ronaldo ha infranto innumerevoli record durante il suo triennio alla Juventus. Due sono davvero prestigiosi, e non solo a livello nazionale. Innanzitutto, CR7 ha siglato 100 reti in sole tre stagioni in bianconero, nessuno ci era mai riuscito nella storia della società. E per non farsi mancare nulla, la leggenda portoghese è diventato il primo calciatore della storia a vincere il titolo di miglior marcatore in tre campionati differenti: Serie A (Juventus), Liga (Real Madrid) e Premier League (Manchester United).

Segui 90min su Telegram per rimanere aggiornato su tutte le ultime novità di calciomercato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli