Tre difensori per un tesoretto importante: il piano della Juventus in uscita

·1 minuto per la lettura

Le mosse della Juventus sul mercato, un mercato necessariamente oculato e senza eccessi, passano necessariamente da un'attenta valutazione su ciò che potrà accadere in uscita, con elementi in grado di dare un contributo importante alla causa bianconera non più sul campo ma dal punto di vista degli incassi.

Daniele Rugani | Alessandro Sabattini/Getty Images
Daniele Rugani | Alessandro Sabattini/Getty Images

Le ambizioni della dirigenza juventina in tal senso sono forti, così come sono notevoli le valutazioni attribuite a quei giocatori non ritenuti più centrali nel progetto: emblematico il discorso connesso a Merih Demiral, centrale la cui cessione potrebbe sancire una plusvalenza chiave per il mercato bianconero. A fronte di un esborso di tutto rispetto per averlo dal Sassuolo, nel luglio 2019, la Juve è intenzionata a incassare una cifra non troppo lontana dai 40 milioni di euro. Numeri che spaventano, sulla carta, ma che rappresentano tutta la volontà bianconera di non svendere un giocatore, classe '98, che ha ancora tanto da dare ad alto livello.

Federico Cherubini | Jonathan Moscrop/Getty Images
Federico Cherubini | Jonathan Moscrop/Getty Images

Secondo Tuttosport, alla cessione di Demiral, potrebbero aggiungersi quelle di Daniele Rugani e Mattia De Sciglio: i margini per una permanenza esisterebbero solo per il primo, sempre che accetti un ruolo di rincalzo alle spalle di uomini chiave come Matthijs de Ligt, Leonardo Bonucci e Giorgio Chiellini. L'idea della Juve, in totale, è quella di arrivare a un incasso di circa 50 milioni di euro.

Segui 90min su Telegram per rimanere aggiornato su tutte le ultime novità di mercato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli