Trequartista Milan: il Cska può cambiare le condizioni per Vlasic. E Isco…

Olivier Giroud, in questa pre-season, è la certezza del Milan: 3 gol, tante belle giocate, una centralità che fa rima con personalità. Quella che è mancata, invece, fino a questo momento, è la spalla al 9: si è iniziato col nuovo 10, Brahim Diaz, alle spalle del francese, per concludere con un attaccante al fianco dell'ex Chelsea (Rebic) e un'ipotesi 4-4-2 in attesa del nuovo trequartista. Ecco, il nuovo fantasista è il tema caldo, al pari di Florenzi, in questi ultimi 15 giorni di mercato. E il preferito è sempre Nikola Vlasic.

APERTURA? - Un primo tentativo, col CSKA Mosca, è andato a vuoto, ma la percezione è che il club russo sia pronto ad aprire a condizioni più consone alla richiesta del Milan. Il giocatore considera conclusa la sua esperienza coi rossoblù e, dopo 3 presenze, e 1 assist, in questo inizio di Premier Liga, sta spingendo per fare le valigie; il CSKA, dal canto suo, sta prendendo in considerazione il prestito oneroso, molto alto, con diritto di riscatto, che si può trasformare in obbligo al raggiungimento di determinati risultati individuali e di squadra. La soluzione più gradita a Maldini e Massara, che in un primo momento avevano offerto 5 milioni di euro per il prestito, fissando il diritto a 20. Una soluzione che la coppia mercato rossonera non si lascerebbe sfuggire.

L'ALTERNATIVA - C'è un altro nome che il Milan continua a seguire, in quanto gradito alla dirigenza e allo staff tecnico, quello di Isco. Due minuti ieri contro l'Alaves, per il trequartista spagnolo che è sempre più fuori dal nuovo ciclo Ancelotti con le Merengues: i rapporti tra il Milan e il Real sono ottimi e questo può aiutare un affare difficile, ma che può diventare possibile nel finale. Milan su Vlasic come prima scelta, quindi, con Isco come prima alternativa. Senza escludere eventuali nomi a sorpresa.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli