Trevisani: la telecronaca sportiva deve sapere emozionare

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 12 lug. (askanews) - La telecronaca è un aspetto fondamentale nella narrazione sportiva. Imprime nel cuore e nella mente del tifoso e dell'appassionato il ricordo e l'emozione - bella o brutta non importa - dell'evento con il telecronista che diventa parte integrante del racconto. Askanews ne ha parlato con Riccardo Trevisani, volto e voce noti al grande pubblico sportivo, prima di Sky e ora di Mediaset. Il telecronista è il tramite fondamentale per far vivere pienamente tutto ciò che rappresenta un evento sportivo. Come si impara a raccontare una partita di calcio e a trasmettere al pubblico a casa le emozioni che si vivono allo stadio? "Dal mio punto di vista non si impara. Ho messo nelle telecronache quello che speravo di sentire da ascoltatore. È impossibile emozionare se non ci si emoziona. Ed io, per fortuna, ancora oggi dopo 25 anni che faccio questo bellissimo lavoro, mi emoziono tantissimo".

Il 6 luglio sono iniziati gli Europei femminili di calcio. Qual è stata la partita di calcio che hai commentato e che ti è rimasta maggiormente impressa? "Intanto in bocca al lupo alle ragazze per il prosieguo del torneo. Nettamente il match che più mi ha entusiasmato e che ritengo irripetibile, è Barcellona - Real Madrid 5-0 del 2011. Guardiola e Mourinho, Messi e Ronaldo. Doveva essere equilibrata e invece fu un massacro".

"Di recente sei diventato la voce di "Mario Strikers: Battle League Football per Nintendo Switch". Quali esperienze e trucchi del mestiere hai utilizzato per questo "cambio di campo"? Hai adattato il tuo linguaggio e il tuo stile espressivo al nuovo pubblico e al nuovo format? "Non è stato per niente facile. Il linguaggio ho dovuto cambiarlo e riadattarlo a un gioco divertente ma che tecnicamente non è calcio. Commentare le frenetiche azioni di Mario Strikers: Battle League Football, tra contrasti folli e devastanti Ipertiri, è stata un'esperienza divertentissima, anche grazie agli iconici personaggi del gioco. In termini di personalità non sono secondi a nessuno dei campioni che mi trovo a commentare ogni domenica, ve lo assicuro! E poi è un gioco ideale per divertirsi in compagnia, basti pensare che si possono includere fino a otto giocatori sulla stessa Nintendo Switch. Ti può davvero svoltare le serate con gli amici e, per tutti gli amanti del pallone, è il perfetto alleato per ingannare il tempo in attesa della ripresa del campionato! In poche parole, per me è il gioco di calcio dell'estate. Insomma, commentare Mario Strikers è stata un'avventura, con professionisti bravissimi, esperienza e passione, abbiamo cercato di fare un bel servizio. C'è voluto un po' ma ce l'abbiamo fatta".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli