Troppe critiche, Wenger risponde ai contestatori: "Non siamo retrocedendo"

Il tecnico dell'Arsenal, Arsene Wenger, risponde alle critiche degli ultimi tempi: "Noi imbattuti per 19 partite...".

Quella che sta vivendo l’Arsenal non è di certo una stagione all’altezza delle aspettative. Considerata da molti una delle possibili candidate alla vittoria finale della Premier League, la compagine londinese in realtà veleggia in sesta posizione in campionato distanziata di 18 punti dalla capolista Chelsea.

I recenti risultati negativi maturati, hanno fatto si che sul banco degli imputati finisse Arsene Wenger. Molti sono tifosi infatti, che ultimamente si sono schierati contro il tecnico transalpino chiedendone le dimissioni.

Wenger, nel commentare le recenti contestazioni, ha spiegato: “Vogliamo finire tra le prime quattro e penso che questa sia una bella sfida. Credo che la cosa sia fattibile, abbiamo l’esperienza dalla nostra parte, dobbiamo solo continuare a mostrare lo stesso spirito fatto vedere contro il Manchester City”.

Il tecnico dell’Arsenal ha un messaggio anche per i tifosi più critici: “Siamo stati imbattuti per 19 partite in questa stagione e credo che sia questa una buona occasione per ricordare a molti che stiamo non stiamo lottando per non retrocedere ma per un bel finale di stagione”.

Per la prima volta, poi, la contestazione è arrivata anche al campo d'allenamento di London Colney. Un piccolissimo gruppo di tifosi, infatti, si è presentato al'esterno del centro sportivo con tanto di cartelli con richiesta delle dimissioni di Wenger.

Il tecnico dell'Arsenal, però, ha ridicolizzato tale contestazione... "Erano tre ragazzi, onestamento non vedo perché dovrei perdere energie su questo. Buon per loro che hanno tempo da perdere in questo modo".

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità