Troppi biglietti venduti da abbonamenti: il Real Madrid passa all'attacco

In casa Real Madrid è guerra aperta a coloro che lucrano sul proprio abbonamento allo stadio. Aperti 1450 procedimenti di espulsione.

Il Clasico ha lasciato non pochi strascichi in casa Real Madrid legati non solo ad un risultato che di fatto ha totalmente riaperto la Liga, rilanciando le ambizioni del Barcellona.

Nelle scorse ore infatti, si è aperta una polemica sui tagliandi per assistere alle partite dei blancos, che ha portato il club a decidere di usare il pugno duro contro molti dei suoi abbonati.

Alcuni soci del Real infatti, hanno ultimamente lucrato sui propri abbonamenti per assistere alle partite al Bernabeu, vendendo dei tagliandi inseriti nel loro pacchetto. La cosa è accaduta anche domenica scorsa in occasione del match contro il Barça e la cosa non è andata giù ai vertici del club campione d’Europa.

Attraverso un comunicato infatti, il Real Madrid non solo ha duramente stigmatizzato questa pratica diventata ormai troppo diffusa, ma ha anche lanciato un avvertimento a coloro che hanno tratto fonte di guadagno da questo tipo di attività: “Visto l’uso indebito che è stato fatto da parte di alcuni soci del propio abbonamento, il club ha stabilito che è espressamente vietata la vendita del proprio abbonamento o la cessione a titolo gratuito, senza l’autorizzazione da parte del Real Madrid”.

Il Real ha aperto un procedimento di espulsione per 1450 soci e già solo in occasione del Clasico il Servizio di Controllo e Qualità del club ha ritirato qualcosa come 357 abbonamenti.

 

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità