Trump mette Fauci nel mirino, "basta con questi idioti"

·3 minuto per la lettura

AGI - Donald Trump, lancia una nuova offensiva sul coronavirus e mette nel mirino come mai prima d'ora il super epidemiologo Usa, Anthony Fauci, definito "un disastro" e "un idiota". Dai comizi in Arizona, poi, il presidente ha attaccato anche lo sfidante democratico su questo tema: "Joe Biden non è solo un politico corrotto ma l'uomo più noioso che abbia mai visto e se vincerà vi toglierà anche il Natale con il lockdown". 

L'attacco a Fauci è arrivato all'indomani dell'intervista alla Cbs in cui l'autorevole membro della task force della Casa Bianca sul coronavirus aveva detto di non essere "per niente" sorpreso del fatto che il presidente sia stato contagiato dal Covid-19. In una telefonata con il suo team per la campagna elettorale a cui hanno avuto accesso diversi giornalisti, Trump ha reagito con rabbia alle parole di Fauci che aveva criticato gli affollati comizi tenuti dal presidente in piena pandemia e la sua avversione a raccomandare l'uso della mascherina.

"La gente è stanca del Covid"

"La gente è stanca del Covid. La gente è stanca di ascoltare Fauci e tutti questi idioti, questi idioti che non ci hanno preso (nelle loro previsioni). Fauci è un disastro che è li da 500 anni. Ogni volta che (Fauci) appare in televisione c'è sempre una bomba, ma sarebbe un bomba ancora più grande se lo licenziassi", ha detto Trump, secondo i giornalisti presenti. "Fauci è un disastro. Se lo avessi ascoltato, avremmo 500mila morti" di Covid, ha aggiunto il capo della Casa Bianca, che in seguito ha commentato sperando che ci fossero giornalisti ad ascoltare la chiamata per diffondere quanto aveva detto.

Trump ha lasciato intendere che non è seriamente intenzionato a licenziare Fauci per lo scandalo che comporterebbe, dal momento che lo specialista è stato a capo dell'Istituto nazionale di allergie e malattie infettive degli Stati Uniti per 36 anni e rappresenta un istituzione apartitica, che ha consigliato sei presidenti americani. Tuttavia, la tensione tra i due è in aumento da quando è iniziata la pandemia, e Fauci si è spesso sentito in dovere di qualificare o contraddire le dichiarazioni di Trump durante le conferenze stampa del team della Casa Bianca contro il coronavirus. 

Arrivando a Prescott, in Arizona, Trump ha poi smorzato i toni: "Fauci è un brav'uomo, sta là da 350 anni, non voglio danneggiarlo, penso che sia un bravo ragazzo, anche se a volte dice delle cose che sono un po' fuori". 

Fauci nell'intervista aveva spiegato che si era subito “preoccupato che Trump si ammalasse" dopo averlo visto "in una situazione affollata e del tutto precaria, senza distanziamento tra le persone e dove quasi quasi nessuno portava la mascherina”. Il riferimento era con ogni probabilità all'evento al Rose Garden in cui Trump aveva annunciato la scelta della giudice Amy Conley Barrett come successore di Ruth Bader Ginsburg alla Corte Suprema, evento che si pensa sia stato l'origine del focolaio che ha contagiato altri funzionari dell'Amministrazione. Sono almeno 12 le persone risultate positive dopo aver partecipato all'evento, svoltosi il 26 settembre.