Tutti pazzi per Simy, l'unica luce del Crotone

Francesca D'Amato
·3 minuto per la lettura

Il suo nome completo è Simeon Tochukwu Nwankwo, ma tutti lo conosciamo come Simy, l'attaccante del Crotone che si sta facendo spazio tra i grandi della Serie A. Lo conferma anche la classifica marcatori che vede il nigeriano a quota 19 reti, terzo a pari punti con Luis Muriel e sopra a Ciro Immobile. La sua storia è la stessa di tanti ragazzi che non hanno nulla e arrivano dal continente africano con speranze e sogni, gli stessi che Simy sta realizzando di volta in volta. Lo mostrano i risultati, come ad esempio quella rovesciata alla Juventus il 19 aprile 2018. Ma andiamo per gradi.

Rovesciata Nwankwo Simy, Crotone-Juventus 2018 | Maurizio Lagana/Getty Images
Rovesciata Nwankwo Simy, Crotone-Juventus 2018 | Maurizio Lagana/Getty Images

Il ragazzone di 1 metro e 98 centimetri è approdato in Serie A all’età giusta per costruire esperienza ad alto livello. La sua carriera con il Crotone ha avuto inizio nel 2016, stagione in cui i Pitagorici erano stati appena promossi in A. Ha rinunciato a qualsiasi offerta pur di iniziare la scalata verso la massima serie, e così è stato. All'inizio non è stato facile, ma alla fine con grinta e determinazione ha superato qualsiasi ostacolo - "Nella vita non esistono le cose semplici. Se desideri una cosa, te la devi guadagnare" - ha detto il nigeriano.

Nwankwo Simy, Crotone | Giampiero Sposito/Getty Images
Nwankwo Simy, Crotone | Giampiero Sposito/Getty Images

Questa strana e bizzarra stagione, per Nwankwo Simy però, non è poi così male: è diventato il terzo giocatore africano ad andare a segno per cinque partite di fila nel campionato italiano, eguagliando così il record di George Weah, del 1996 e quello più recente del 2017 di Keita Balde quando vestiva la maglia della Lazio. Per di più ha superato un grande come Obafemi Martins nella classifica dei marcatori nigeriani di sempre in Serie A con 29 reti totali. E continuiamo, affermando che Nwankwo ha fatto meglio del connazionale Osimhen, stella del Napoli e uomo mercato da 70 milioni della scorsa estate. Ora però, il "pezzo pregiato" della prossima estate è proprio Simy.

Nwankwo Simy, Crotone | Maurizio Lagana/Getty Images
Nwankwo Simy, Crotone | Maurizio Lagana/Getty Images

Nonostante i numeri del gigante, per il Crotone la retrocessione è ormai solo questione di matematica. I Pitagorici sono consapevoli che il prossimo anno giocheranno in Serie B, ma senza Nwankwo - "Non penso che resterà in Serie B. Merita palcoscenici importanti, anche all'estero" - ha detto mister Cosmi parlando di Simy. Pagato 800 mila euro, a suon di gol il valore del giocatore si è alzato fino ad arrivare sugli 8 milioni. Cifra che squadre come Genoa, Udinese e Sampdoria sono disposte a sborsare per un attaccante di qualità e forza come il classe '92. Anche all'Inter sarebbe un bel vice-Lukaku. In ogni caso, il trasferimento potrebbe eventualmente risultare complicato per il nigeriano e non parlo di soldi o ambiente, ma di continuità tecnica e calcistica. Cambiare squadra e modo di giocare è un'arma a doppio taglio per molti calciatori. Dunque per Simy l'opportunità di svolta implicherebbe uno sforzo fisico in più per continuare a brillare come in questi anni in Calabria.

Segui 90min su Instagram.