Udinese-Fiorentina, la Regione Friuli chiede il rinvio: "Tutela per le categorie dell'indotto"

Goal.com
Udinese-Fiorentina si giocherà a porte chiuse, ma la Regione Friuli Venezia Giulia chiede il rinvio, anche per questioni economiche.
Udinese-Fiorentina si giocherà a porte chiuse, ma la Regione Friuli Venezia Giulia chiede il rinvio, anche per questioni economiche.

Il destino di Udinese-Fiorentina è ancora tutto da decifrare. Nonostante la partita in programma domani alle 18.00 sia stata ufficialmente confermata a livello di orario, e che dovrebbe essere giocata a porte chiuse, la Regione Friuli Venezia Giulia ha chiesto il rinvio.

Con un comunicato ufficiale, il governatore Massimiliano Fedriga ha annunciato di aver chiesto al Ministero la possibilità di rinviare la partita. Tra le ragioni, oltre alla presenza dei tifosi, anche gli eventuali indotti economici che andrebbero persi.

"La partita Udinese-Fiorentina non va giocata domani a porte chiuse, ma va rinviata ad altra data con l'obiettivo di poter permettere ai tifosi l'ingresso allo stadio senza restrizioni. Lo ha comunicato formalmente il governatore del Friuli Venezia Giulia con una lettera trasmessa oggi al ministro per le Politiche giovanili e lo sport, nella quale la Regione ha evidenziato come la richiesta trovi fondamento nella tutela da offrire alle categorie dell'indotto che altrimenti, in questo particolare momento di crisi, sarebbero ulteriormente penalizzate da un mancato introito economico".

Attesa ora la risposta del Governo, che aveva indicato che attraverso un decreto aveva stabilito che la partita si sarebbe dovuta giocare senza tifosi sugli spalti.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...