Ultimatum UEFA: apertura dell'Olimpico oppure niente Europei

Alessio Eremita
·1 minuto per la lettura

La UEFA ha dato l'ultimatum all'Italia in vista dei prossimi Europei itineranti. Entro il 7 aprile il Governo e la FIGC dovranno garantire l'apertura dello stadio Olimpico di Roma, permettendo così l'ingresso a una ridotta parte di tifosi durante le partite della competizione internazionale (si parla del 25% della capienza massima dell'impianto sportivo). Il diktat del presidente Aleksander Ceferin mette con le spalle al muro le dodici città ospitanti. La speranza, infatti, è che i contagi da Coronavirus diminuiscano nelle prossime settimane, garantendo lo svolgimento di EURO 2020 in sicurezza per addetti ai lavori e sostenitori.

Stadio Olimpico di Roma | Paolo Bruno/Getty Images
Stadio Olimpico di Roma | Paolo Bruno/Getty Images

Sono già stati avviati i contatti tra il numero uno della Federcalcio Gabriele Gravina e il ministro della Salute, Roberto Speranza. Come riportato da calciomercato.com, la decisione è puramente politica. In attesa del via libera, sarà opportuno stabilire delle linee guida da seguire nel pieno rispetto delle norme anti Covid: i guariti potrebbero restare fuori, mentre sarebbe consentito l'accesso a vaccinati e tamponati. La risposta definitiva della UEFA arriverà il 19 aprile.

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Serie A.