Un abisso tra prime e seconde linee della Roma: Fonseca è senza riserve

Omar Abo Arab
·2 minuto per la lettura

La gara di ieri vinta a Berna contro lo Young Boys, e i primi tre punti ottenuti dalla Roma in Europa League, non hanno lasciato in eredità solo la felicità per la vittoria, ma anche e soprattutto interrogativi sulla "lunghezza" della rosa a disposizione di Paulo Fonseca.

FBL-EUR-C3-YOUNG BOYS-ROMA | ARND WIEGMANN/Getty Images
FBL-EUR-C3-YOUNG BOYS-ROMA | ARND WIEGMANN/Getty Images

Il tecnico portoghese, ieri, ha coraggiosamente (giusto o sbagliato che sia), cambiato ben nove calciatori su undici della formazione titolare, schierando solo Kumbulla e Pedro e riempiendo la squadra di seconde linee. In porta Pau Lopez, in difesa Fazio e Juan Jesus, Peres e Karsdorp sulle fasce, Cristante e Villar in mediana, e Carles Perez e Borja Mayoral in attacco. E il risultato che ne è scaturito è stato un primo tempo chiuso sotto di un gol (per un rigore però quantomeno generoso) e senza un vero e proprio tiro in porta.

BSC Young Boys v AS Roma: Group A - UEFA Europa League | DeFodi Images/Getty Images
BSC Young Boys v AS Roma: Group A - UEFA Europa League | DeFodi Images/Getty Images

Una situazione cambiata radicalmente con l'ingresso nella ripresa di Spinazzola, Veretout, Pellegrini, Mkhitaryan e Dzeko, che in dieci minuti hanno chiuso la pratica ribaltando la gara e chiudendo sul 2-1 (anche grazie ad una gran parata di Pau Lopez nel finale). La decisione di Fonseca, da una parte, può anche rappresentare un messaggio verso la società: schierare titolari calciatori come Fazio, e soprattutto Jesus, praticamente fuori rosa fino ad un paio di settimane fa, così come Karsdorp e Peres (comunque in gol) che si è provato a cedere in tutti i modi, quasi a sottolineare la mancanza di alternative di livello.

BSC Young Boys v AS Roma: Group A - UEFA Europa League | DeFodi Images/Getty Images
BSC Young Boys v AS Roma: Group A - UEFA Europa League | DeFodi Images/Getty Images

Insomma, una cosa è certa: i titolari non possono prendersi neanche un raffreddore (e di questi tempi è doppiamente importante), Dzeko su tutti. Ma è vero anche che la mano di un allenatore dovrebbe farsi vedere anche con le riserve...

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Roma e della Serie A.