Un cappuccino con Sconcerti: Chiesa in prestito dalla Fiorentina alla Juve, oggi è più viola che bianconero. Ecco perché

·1 minuto per la lettura

Ora che si parla di un interessamento della Juve per Vlahovic con le stesse modalità di pagamento dell’affare Chiesa, sono andato a riguardare tra gli appunti di due anni fa quali erano queste modalità. Per quello che risulta a me il prezzo era 50 milioni più 7 di bonus così ripartiti: 3 milioni subito, sette l’anno dopo, cioè l’estate scorsa, quaranta l’estate prossima. La formula è prestito con obbligo di riscatto. Il contratto completo di bonus entra in vigore se Chiesa farà in questa stagione almeno dieci gol in campionato o dieci assist; altra condizione base è che la Juve arrivi tra le prime quattro.

Ascolta "Chiesa in prestito dalla Fiorentina alla Juve, oggi è più viola che bianconero. Ecco perché" su Spreaker.

Se venisse a mancare una di queste condizioni cadrebbe l’obbligo di riscatto, la Juve potrebbe sempre tenersi Chiesa pagando, ma solo se lo vuole. In caso contrario Chiesa tornerebbe alla Fiorentina. Di quei tre bonus nessuno è oggi particolarmente vicino. Chiesa ha segnato solo un gol in campionato, ha fatto tre assist e la Juve è sotto il quarto posto. Quale sia il bonus più facile da raggiungere non saprei, e un accordo sarà comunque trovato. Ma è curiosa l’idea che Chiesa oggi sia più un giocatore della Fiorentina che della Juve.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli