Una poltrona per due: Giovinazzi e Schumacher si giocano un futuro in Ferrari

Antonio Russo

La è diventata la prima gemma che a Maranello sono riusciti a incastonare in una propria vettura e ora l'obiettivo è di portare nuovi talenti al top in F1.

Con il contratto di .

Il pilota di Martina Franca è l'unico, tra i driver dell'Academy, ad avere già un sedile in F1 e quindi è indubbiamente avvantaggiato. Qualora Antonio dovesse confermare la crescita mostrata sul finire della scorsa annata e dovesse liberarsi effettivamente un posto a Maranello, allora quel posto diventerebbe di diritto il suo.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Leggi anche:

Giovinazzi esclusivo: "Sarà un anno importantissimo, non posso negarlo"Esclusivo, Mick Schumacher: "Sin dall'inizio sognavo di guidare una Ferrari"

L'altro nome caldo è poi quello di , ma nei prossimi anni è sicuramente un profilo appetito dai vertici della Rossa. Il pesante cognome garantirebbe una pioggia di soldi al Cavallino in termini di sponsor e una maggiore visibilità a tutta la F1.

Possibile un anno di transizione in Alfa o in . Il pilota teutonico in queste ultime due stagioni ha dimostrato di avere del talento, ma per salire di categoria avrà bisogno di fare un altro step in avanti.

Infine, desta grande curiosità il nome di . Pur avendo la stessa età di Schumacher il russo è al primo anno in F2, ma ha alle spalle una stagione strepitosa in F3 dominata dalla prima all'ultima gara. In futuro potrebbe essere sicuramente un profilo interessante, ma al momento nelle gerarchie è sicuramente alle spalle degli altri due.

Potrebbe interessarti anche...