Us Open, Avanti Berrettini e Lorenzi

Adx/Int10
Askanews

Roma, 30 ago. (askanews) - Si è chiuso con due vittorie e due sconfitte il "super thursday" a Flushing Meadows. Berrettini e Lorenzi si sono infatti qualificati per il terzo turno dello Slam statunitense mentre sono usciti di scena Fabbiano (con molti rimpianti) e Sonego.

Prima volta al terzo turno di Flushing Meadows per Matteo Berrettini: il 23enne romano, numero 25 del ranking mondiale e 24esima testa di serie, dopo il successo in quattro set sul francese Richard Gasquet, numero 36 Atp, si è imposto per 75 76(5) 46 61, in poco meno di tre ore di gioco, sull'australiano Jordan Thompson, numero 55 Atp.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Terza volta (in otto partecipazioni), invece, per Paolo Lorenzi, che a Flushing Meadows si trova piuttosto a suo agio (nel 2017 ha raggiunto i suoi primi ottavi Slam in carriera). Il 37enne senese, numero 135 del ranking mondiale - ripescato in tabellone come lucky loser dopo il forfait per infortunio al ginocchio del sudafricano Kevin Anderson - si è aggiudicato un'altra maratona imponendosi per 76(11) 67(2) 76(2) 36 63, in 4 ore e 47 minuti di gioco, sul Next Gen serbo Miomir Kecmanovic, vent'anni, numero 50 Atp.

E' invece sfumato il possibile derby tricolore al terzo turno. Ha infatti fallito il secondo esame di spagnolo Lorenzo Sonego. Il 24enne torinese, numero 49 Atp, ha ceduto per 62 64 62, in un'ora e 54 minuti di partita, a Pablo Andujar, numero 70 Atp

Thomas Fabbiano non è invece riuscito a dare seguito all'impresa dell'esordio. Il 30enne pugliese di San Giorgio Jonico, numero 87 Atp è infatti stato sconfitto per 67(3) 57 64 63 63, dopo tre ore e quaranta minuti di lotta, dal kazako Alexander Bublik, numero 75 del ranking mondiale.

Potrebbe interessarti anche...