Us Open, vince la 18enne Raducanu: trionfo da record

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
·3 minuto per la lettura
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Emma Raducanu vince gli Us Open femminili con un trionfo da record. La 18enne britannica, nata in Canada, prima di Wimbledon non aveva mai giocato in un main draw del circuito maggiore. Era fuori dalle prime 300. Dopo gli ottavi ai Championships, al secondo Slam ha sorpreso tutti vincendo il torneo come la prima qualificata a vincere un major, superando 6-4, 6-3 la 19enne Leylah Fernandez nella finale più giovane allo Us Open dal 1999.

La britannica ha vinto tra l'altro senza perdere un set tra qualificazioni e main draw. In finale ha replicato il suo successo a Wimbledon da junior nel 2018, con punteggio quasi speculare: allora vinse 6-2, 6-4. La Raducanu ha giocato complessivamente meglio diventando la più giovane campionessa Slam dai tempi di Maria Sharapova a Wimbledon nel 2004.

Le settimane di New York cambieranno le prospettive delle due teenager che hanno fatto intravedere una direzione diversa al futuro del tennis femminile. Raducanu sarà numero 23 del mondo la prossima settimana: prima di Wimbledon era fuori dalle prime 300. Fernandez, invece, salirà al numero 27. Entrambe, a questo punto della stagione, possono considerarsi in corsa per un posto alle WTA Finals.

"E' un sogno vincere gli Us Open", ha detto Raducanu che durante la cerimonia di premiazione ha ringraziato il team, la federazione inglese, il suo agente e il pubblico che l'ha seguita in tv, facendo anche i complimenti, alla sua avversaria "che ha giocato un tennis incredibile e ha battuto alcune delle migliori giocatrici del mondo -ha detto-. Oggi il livello in finale è stato molto alto, spero che ci incontreremo ancora in tanti tornei e speriamo in tante altre finali", per poi aggiungere: "Non sento assolutamente alcuna pressione. Ho solo 18 anni. Ecco come ho affrontato ogni partita qui negli Stati Uniti, quindi non credo che dovrei cambiare nulla", ha affermato dopo aver sconfitto la canadese Fernandez.

Questa finale, ha aggiunto la britannica, prima qualificata a vincere uno Slam, "mostra il futuro del tennis femminile - ha detto -. Dimostra anche che la profondità di questo sport è grandissima, ogni giocatrice in tabellone ha una possibilità di vincere il titolo in ogni torneo. Spero che la prossima generazione possa seguire le orme di leggende come Billie Jean King che è qui. Avere qui icone del tennis britannico significa tanto per me, mi ha dato la convinzione per credere che avrei potuto farcela".

Ieri, ha aggiunto la britannica, "avevo strani pensieri, pensavo che non avrei avuto alcuna possibilità. Ma una volta iniziata la partita ho pensato un punto alla volta, come sempre. Questo trofeo vuol dire tantissimo per me, adesso proprio non voglio lasciarlo".

La Regina Elisabetta d'Inghilterra ha voluto inviare un messaggio alla nuova campionessa dello Us Open. "E' un traguardo notevole da raggiungere a una così giovane età -ha scritto-, e la dimostrazione della tua dedizione e del tuo duro lavoro. Non ho dubbi che la tua straordinaria prestazione, e quella della tua avversaria Leylah Fernandez, ispireranno la prossima generazione di giocatrici", si è congratulata la regina Elisabetta II dopo l'impresa.

"Che partita sensazionale! Congratulazioni Emma Raducanu. Hai mostrato talento, compostezza e coraggio straordinari e siamo tutti estremamente orgogliosi di te", la gioia via Twitter espressa anche dal primo ministro inglese Boris Johnson.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli