Usa, il fenomeno serbo non cambia idea: "Niente vaccino, anche a costo di non disputare l'ultimo slam"

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
novak djokovic
novak djokovic

Novak Djokovic rimane fermo sulle sue convizioni in termini di covid: il fuoriclasse serbo dice ancora no al vaccino obbligatorio per entrare negli Usa, e pare intenzionato a rinunciare agli US Open.

US Open, Djokovic ancora no al vaccino

Novak Djokovic non molla di un centimentro sul tema Covid: il campione serbo ed ex numero 1 del tennis mondiale dice ancora no al vaccino, scelta che potrebbe costargli la prossima partecipazione agli US Open.

Come sappiamo, infatti, per entrare negli Usa è obbligatorio essere vaccinati, e date le sue posizioni no vax, al momento sembra complicato per Nole trovare il modo di partecipare all’ultimo Slam della stagione, a meno che il governo americano non cambi qualcosa.

“Non dipnede da me, ma dagli Usa”

Nella consueta conferenza stampa che precede l’inizio del torneo di Wimbledon, Djokovic ha confermato di esser rimasto sulle posizioni che nei mesi scorsi gli sono costate la partecipazione all’Australian Open.

A oggi, tenuto conto delle circostanze , non mi è concesso entrare negli States“, ha commentato il serbo.

Mi piacerebbe andarci e giocare lì, ma per il momento non è possibile. Quindi tutto ciò è un’ulteriore motivazione per fare bene qui a Wimbledon. Non c’è molto che io possa fare , quindi a oggi rinuncio. Dipende dal governo americano, e non da me“, ha concluso Novak Djokovic.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli