Usa, investe una 14enne perché "sembra messicana": arrestata

Marie Poole Franklin
Marie Poole Franklin

Una donna è stata incriminata per tentato omicidio dopo aver confessato alla polizia di aver volontariamente investito una ragazzina perché “sembrava messicana”. Il fatto è avvenuto negli Stati Uniti, più precisamente a Des Moines, in Iowa.

La vittima, riferiscono i media americani, ha 14 anni e ha riportato "diverse ferite": se l’è cavata con una settimana di cure in ospedale. La donna che ha compiuto il folle gesto ha 42 anni e si chiama Nicole Marie Poole Franklin. E’ stata arrestata con l'aiuto di alcuni passanti, che l'hanno riconosciuta.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

LEGGI ANCHE: Sondrio, muore bimba di 5 mesi. Insulti razzisti alla mamma

La donna, dopo aver investito la ragazzina mentre era sul marciapiede e si stava recando a scuola, è fuggita a bordo della sua auto, a tutta velocità. Ha poi raggiunto una stazione di servizio per fare rifornimento, aggredendo i proprietari. Il capo locale della polizia, Michael Venema, che ha arrestato la Franklin si è detto "scioccato" dalla sua confessione, dall’odio razziale nutrito e da "una serie di affermazioni offensive sui Latino-americani, fatte davanti agli inquirenti".

GUARDA ANCHE - Polemiche per il film di Checco Zalone, accusato di razzismo

Potrebbe interessarti anche...