Valentina Allegri e le prime parole sul padre e Ambra Angiolini: ecco cosa ha detto

Una delle coppie dell’estate 2017 è sicuramente quella formata da Massimiliano Allegri e Ambra Angiolini. Gli scatti rubati all’allenatore della Juventus insieme all’ex ragazza di Non è La Rai hanno infatti fatto il giro del web, portandosi dietro uno strascico di commenti non indifferente.


Ne è arrivato anche uno da parte di Valentina Allegri, figlia 22-enne del tecnico bianconero e della sua ex moglie Gloria, che sul nuovo numero del settimanale Grazia ha voluto dire la sua sulla nuova relazione del padre: “Della sua vita preferisco non parlare. Però vale la regola che se lui è felice, io sono felice per lui”.

Un’intervista, la sua, nella quale viene quindi fuori tutta l’essenza del rapporto padre-figlia: “Gli sono molto legata. A 16 anni sono voluta andare a vivere con lui per conoscerlo davvero. Era felice e spaventato, mi ha dato molte regole. Anche da maggiorenne dovevo tornare a casa alle 23. Però è stato anche fortunato, perché non amo tanto uscire la sera”.


Valentina studia Comunicazione all’Università Cattolica di Milano ma ha un sogno nel cassetto che la accomuna sicuramente ad Ambra Angiolini: “Di sicuro devo prendere la laurea perché mio padre ci tiene. E ci tiene anche che intraprenda un percorso sano. Di sicuro il calcio non sarà mai il mio lavoro. Vorrei recitare, appena finisco gli studi mi piacerebbe entrare in un’accademia teatrale”.

Quindi la gavetta e il duro lavoro, un po’ il motto che suo padre Max porta con sé sulla panchina bianconera. E nessuna scorciatoia: “Per il cognome che porto sarebbe troppo facile iniziare con dei reality show, ma la popolarità non è ciò che desidero. Voglio imparare un mestiere ed essere valutata per ciò che saprò fare”.

Chissà se Ambra le darà qualche consiglio per la recitazione... 


'E' STATO TERRORIZZANTE', SOLO ORA ESCE FUORI LA DRAMMATICA VERITA' SULLA SEPARAZIONE TRA AMBRA E RENGA

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità