Valentino Rossi non perde il buonumore

"Non me le ricordo neanche due cadute nello stesso giorno, è passato tanto tempo...", Valentino Rossi riassume con una battuta il venerdì di prove libere a Valencia. "La prima caduta si poteva evitare, perché era il primo giro lanciato. Avevo un buon feeling con la moto e avevo montato la soft all'anteriore, quindi sono partito un po' troppo ottimista e qui non perdona. Anche perché stamattina c'erano solo 11 gradi d'asfalto. La seconda invece non me l'aspettavo, perché era già il settimo o ottavo giro, quindi avrei preferito non cadere, anche perché andavo più forte e quindi è andata bene che non mi sono fatto niente. Però qua è così, bisogna stare attenti e io oggi forse non lo sono stato abbastanza", sono le parole riportate da Motorsport.

Fino alle cadute le cose si stavano mettendo bene: "Stamattina ero terzo prima della scivolata e anche pomeriggio ero quinto o sesto, quindi l'obiettivo è stare in quelle posizioni e cercare di lavorare bene. Ma anche capire che gomme bisognerà utilizzare, perché oggi Maverick per esempio è andato forte con la dura. Tutto però dipende da domani mattina, perché bisognerebbe riuscire a fare un bel giro ed entrare nei dieci".

"Per me il problema non è la gomma anteriore, il problema è che il è il 15 di novembre. Forse dovremmo correre a Sepang, perché qui è inverno. La gomma credo che abbia la giusta differenza tra sinistra e destra, dove è molto morbida, anche se a volte non basta. Più che le gomme, è questo clima invernale".

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...