Van Basten nella bufera: frase nazista in diretta tv, poi si scusa

Marco Van Basten (Photo by VI Images via Getty Images)
Marco Van Basten (Photo by VI Images via Getty Images)

Super gaffe per l’ex campione di Ajax e Milan, Marco Van Basten. Nella giornata in cui in Olanda i calciatori protestavano contro la discriminazione razziale (dopo i recenti insulti dei tifosi ad Ahmad Mendes Moreira, giocatore dell’Excelsior Rotterdam), l’ex centravanti ha pronunciato in diretta tv una frase di stampo chiaramente nazista.

Van Basten ha detto ai microfoni di Fox Sports, convinto forse di essere fuorionda, "Sieg Heil", in italiano "Salve Vittoria", che è stata insieme a "Heil Hitler" una delle forme di saluto utilizzate negli anni del regime nazista. Entrambe le frasi sono oggi fuorilegge in Germania, dove chi le pronuncia è punibile con una multa che può superare i tremila euro.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

LEGGI ANCHE: Shock in Olanda per la frase nazista di Van Basten in diretta tv

L'ex fuoriclasse del Milan, a bordocampo dopo il match Ajax-Heracles in veste di opinionista per l'emittente, ha tenuto poi a precisare che si è trattato di uno "scherzo frainteso". "Non era mia intenzione scandalizzare i telespettatori. Volevo solo ridicolizzare il tedesco di Hans Krasy, mi scuso".

Dopo l’episodio, un responsabile dell’emittente televisiva ha voluto prendere le distanze da quanto accaduto: “Uscita inappropriata. Non solo oggi che volevamo mandare un segnale contro la discriminazione, lo sarebbe stata sempre”.

Davvero un brutto gesto quello del Cigno di Utrecht, da vero cartellino rosso.

GUARDA ANCHE: Tutto sul Pallone d’Oro

Potrebbe interessarti anche...