Vendute "decorazioni" natalizie su Auschwitz: scoppia il caso

Le decorazioni natalizie vendute da Amazon
Le decorazioni natalizie vendute da Amazon


Il Memoriale di Auschwitz ha condannato pubblicamente Amazon dopo che il noto portale di e-commerce ha messo in vendita varie decorazioni natalizie sul campo di concentramento, inclusi apribottiglie, palle di Natale a forma di Stella di David e fotografie sul lager di sterminio nazista. Il Museo dell'Olocausto ha pubblicato su Twitter le immagini dei prodotti venduti, definendoli "inquietanti e irrispettosi" e invitando Amazon a rimuovere gli articoli di quei fornitori "il prima possibile".

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio


Le decorazioni natalizie vendute da Amazon
Le decorazioni natalizie vendute da Amazon
Le decorazioni natalizie vendute da Amazon
Le decorazioni natalizie vendute da Amazon


Il post del museo è diventato subito virale, attirando i commenti inorriditi degli utenti. "Ornamenti natalizi? Non c'è fondo alla fossa in cui la gente affonderà", "La gente prova a vendere qualsiasi cosa per soldi. Questo è spregevole", hanno scritto alcuni. "Caro Amazon, ti prometto che a meno che questi articoli non vengano rimossi entro 48 ore, annullerò i miei account sul vostro sito", "Questa è una foto del campo di sterminio di Auschwitz-Oswiecim. Questo è un ornamento di Natale? Come osate!", hanno minacciato altri.


Le decorazioni natalizie vendute da Amazon
Le decorazioni natalizie vendute da Amazon
Le decorazioni natalizie vendute da Amazon
Le decorazioni natalizie vendute da Amazon


I prodotti sono stati venduti a 12.99 dollari. Ma Amazon, vista la reazione degli utenti, ha deciso di cancellarli. Il Museo di Auschwitz ha quindi scritto su Twitter: "Sembra che Amazon abbia rimosso tutti gli "ornamenti natalizi" con le immagini dell'ex campo di concentramento. Grazie a tutti per l'attività e le risposte ricevute".


Potrebbe interessarti anche...