Verona-Napoli 1-3: Milik-Ghoulam, buona la prima per Sarri

Il Napoli debutta nella fase a gironi della Champions League contro lo Shakhtar Donetsk, Sarri rilancia Milik e Zielinski dal 1'.

La squadra di Maurizio Sarri porta a casa i primi tre punti del campionato, complicandosi la vita nel finale con il rigore concesso a Pazzini e l'espulsione di Hysaj. Ottimi segnali comunque da parte del Napoli, che a tratti gioca bene e chiude la pratica agevolmente con Milik e Ghoulam, oltre l'autogoal di Souprayen. Il Verona poteva fare di più, soprattutto schierando Pazzini dal primo minuto.

Il Napoli vara il turnover in vista del ritorno contro il Nizza (gara decisiva per il futuro della stagione). In attacco Milik prende il posto di Mertens, a centrocampo ci sono Diawara e Zialinski, mentre in difesa Chiriches si prende la maglia titolare di Albiol. Il Verona spiazza tutti con l'esclusione tattica di Pazzini e l'attacco a tre composto da Cerci, Verde e Bessa. A centrocampo presenza dal primo minuto per il giovane Zaccagni.

La partita comincia subito su ritmi alti, con il Napoli che fa la partita ed il Verona che aspetta il momento giusto per innescare le sue tre punte veloci. Dopo una fase di studio è il Napoli a prendere il sopravvento sotto tutti gli aspetti, trovando anche il goal del vantaggio con una sfortunata autorete di Souprayen. Qualche minuto, dopo la squadra di Maurizio Sarri timbra il raddoppio con una bella combinazione sull'asse Insigne-Milik. Il Verona, con un Pazzini incredibilmente in panchina, abbassa i suoi ritmi, trovando una sola conclusione pericolosa con Cerci.

Nella ripresa la musica non cambia, nemmeno dopo l'ingresso in campo di Pazzini. Sul Bentegodi si scatena una fitta pioggia, che condiziona anche la partita. L'Hellas non riesce a trovare trame di gioco interessanti ed il Napoli chiude allora la pratica, con la rete di Ghoulam, bravo a sfruttare un rimpallo in area di rigore. Sul finale di partita, Pazzini manda un segnale a Pecchia (con tanto di esultanza polemica) realizzando il rigore conquistato da Bessa. Nell'occasione è stato espulso Hysaj.

I GOAL

32' AUT. SOUPRAYEN 0-1 - Calcio d'angolo di Callejon dalla sinistra, Nicolas esce a vuoto (forse disturbato dal vento), la palla carambola su Souprayen e si insacca in rete. 

39' MILIK 0-2  - Lorenzo Insigne scatta in contropiede sulla sinistra e smarca Milik dalla parte opposta davanti al portiere, il polacco si coordina bene con il piede destro e di prima intenzione batte Nicolas.

63' GHOULAM 0-3 - Dopo un'azione tra Mertens e Insigne la palla arriva a Ghoulam che, da dentro l'area di rigore, tira di sinistro e batte Nicolas, ancora a terra dopo un contatto con Mertens.

83' PAZZINI 1-3 - Dopo il rigore conquistato da Bessa, Pazzini realizza il tiro dal dischetto con un bel destro.

I MIGLIORI

VERONA: BESSA

In un Verona che non è quasi mai riuscito ad essere pericoloso dalle parti di Reina, l'ex giocatore dell'Inter è stato uno dei pochi a portare fantasia e soluzioni all'attacco.

NAPOLI: INSIGNE

L'attaccante esterno del Napoli ha tenuto in bambola spesso e volentieri la difesa del Verona, risultando decisivo nel goal di Milik. Lorenzo Insigne è ormai un giocatore completo.

I PEGGIORI

VERONA: SOUPRAYEN

Il laterale difensivo del Verona non riesce mai a prendere le misure a Callejon, apre le danze con lo sfortunato autogoal nel primo tempo e non ferma Insigne nel raddoppio del Napoli.

NAPOLI: HAMSIK

Tutto il Napoli ha giocato bene, ma se c'è un giocatore da cui ci si deve aspettare di più è Marek Hamsik. Lo Slovacco oggi si è spesso limitato al 'compitino'.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità