Verona-Napoli, Pazzini segna e polemizza contro Pecchia

Goal.com
Il Napoli capolista attende la visita di un Verona reduce dal ko con la Juventus e penultimo in classifica.

Napoli-Verona: numeri e curiosità

Il Napoli capolista attende la visita di un Verona reduce dal ko con la Juventus e penultimo in classifica.

Non è stato un esordio da ricordare quello del Verona, impegnato in una complicata sfida contro il Napoli. Il pubblico del Bentegodi, però, si aspetta forse qualcosa in più in termini offensivi da parte della sua squadra, che forse, a posteriori, ha risentito dell'assenza dal primo minuto di Giampolo Pazzini

Ad inizio partita è apparsa clamorosa la scelta di Pecchia, che ha lasciato Pazzini in panchina per scelta tecnica, schierando il tridente 'leggero' composto da Verde, Bessa e Cerci. 

Ed in effetti nel primo tempo la squadra di Pecchia non si è resa mai pericolosa, tranne che con un tiro defilato di Cerci. Giampaolo Pazzini è poi subentrato nella ripresa, già cominciata, dando molto da fare alla difesa del Napoli.

Al momento del goal, con il rigore realizzato dopo il fallo su Bessa, Pazzini ha preso il pallone ed ha indicato la panchina del Verona, dove era Pecchia, scagliando poi con decisione la sfera ed esclamando qualche frase non decifrabile soltanto con il labiale. 

Forse, nella prossima giornata di campionato, Pecchia ci penserà due volte prima di lasciare in panchina il suo bomber? "La sua rabbia per l'esultanza mi fa piacere" ha detto il tecico del Verona a fine gara. "Non l'avevo visto al massimo, e faccio le mie valutazioni per il bene della squadra e non dei singoli. Volevo dare velocità sulle corsie esterne non dando punti di riferimento alla coppia di centrali". Questione chiusa?

Leggi altri articoli

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità