Verstappen: "Il GP virtuale di F1 in Bahrain? Non mi interessa"

Marco Di Marco
motorsport.com

In questo weekend si sarebbe dovuta disputare la seconda prova del campionato di Formula 1 in Bahrain, ma l’emergenza COVID-19  ha stravolto totalmente i piani degli organizzatori della serie. Dopo l’annullamento della gara inaugurale a Melborune, infatti, anche gli appuntamenti del Bahrain e del Vietnam sono stati posticipati a data da destinarsi così come quello della Cina, di Zandvoort e di Barcellona.

Come se non bastasse, poi, gli organizzatori del GP di Monaco hanno comunicato nei giorni scorsi la cancellazione definitiva della gara di fine maggio, e molto probabilmente la stessa decisione sarà presa anche dagli promotori del GP di Baku.

Leggi anche:

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Il Mondiale di F1 riparte: è virtuale e con piloti ufficiali!

In questo momento caotico, alcuni piloti di Formula 1 cercando di tenersi allenati, ed allietare il pubblico costretto a casa, correndo online. Tra i nomi di spicco che sono emersi in questi giorni c’è sicuramente quello di Max Verstappen.

L’olandese è stato protagonista di una video intervista via Skype con Ziggo Sport ed ha parlato di quanto avvenuto a Melbourne la scorsa settimana e del suo incidente, molto discusso, con Lando Norris nell’ultima gara online che i due hanno disputato.

Max, ci puoi raccontare come hai vissuto il weekend di Melbourne?
“Sono tornato in hotel giovedì e tutto sembrava procedere senza intoppi per il giorno dopo. Poi ho iniziato a scambiarmi messaggi su dei gruppi WhatsApp e di sera ho parlato con Lando Norris che mi ha detto della positività di un membro del team al COVID-19. Dopo quella notizia sarebbe stato difficile scendere in pista”.

“Ho parlato molto con Christian Horner nel frattempo, e tutti i responsabili dei team hanno avuto un altro meeting in serata, ma anche  dopo quella riunione non era emersa una decisione. L’intenzione era quella di scendere in pista al venerdì, ma al mattino le cose sono cambiate rapidamente”.

Hamilton, in occasione della conferenza di giovedì, aveva detto chiaramente che non avrebbe voluto correre. Tu invece cosa avresti voluto fare?
“La situazione è diventata seria ora dopo ora. Come pilota vuoi sempre correre, ma devi anche tenere in considerazione quello che accade nel paddock. Alla fine non abbiamo corso, e lo dobbiamo accettare. In fabbrica hanno comunque continuato a lavorare duramente e spero che questi sforzi possano servire per essere più forti in futuro”.

Ma al momento l’attività in azienda non è bloccata?
“Sì, è vero che c’è il blocco totale, ma sin dall’Australia i ragazzi in fabbrica hanno lavorato duramente per lo sviluppo della nuova vettura”.

Al momento sei impegnato quasi ogni giorno in campionati online. Queste gare ti sono di aiuto?
“Le gare online sono differenti da quelle reali, ma alla fine ti tengono ugualmente impegnato. E’ bello poter gareggiare con molti altri piloti, seppure solo virtualmente”.

In una delle scorse gare sei stato spedito a muro da Lando Norris. Ti ha spinto di proposito?
“Lando non mi ha mandato a muro volontariamente, è stato un incidente. Voleva solo spingermi un po’, ma con le Porsche che abbiamo usato in quella gara è una manovra difficile da compiere. Credo che sia rimasto un po’ scioccato dopo l’incidente e si è subito scusato, ma queste sono cose che accadono nelle gare online. L’importante è aver passato delle ore di divertimento”.

In questi campionati online sei sempre molto competitivo. Qual è il tuo segreto?
“Nelle gare online è importante l’allenamento per essere competitivi, oltre a capire come impostare il set up della vettura. Il mio compagno di squadra nel Team Redline, è molto bravo sotto questo aspetto ed è un grande aiuto”.

Prenderai parte alla gara del Bahrain che ha organizzato la Formula 1?
“Non parteciperò a quella gara. Non ho mai usato quel gioco e serve tempo per capirlo ed essere competitivi. Inoltre sono davvero impegnato in altre competizioni online su altre piattaforme. Poi io corro sempre per vincere, se non sono in grado preferisco non partecipare affatto”.

Informazioni aggiuntive di Ronald Vording

Max Verstappen, Red Bull Racing, Alex Albon, Red Bull Racing

Max Verstappen, Red Bull Racing, Alex Albon, Red Bull Racing <span class="copyright">Red Bull Content Pool</span>
Max Verstappen, Red Bull Racing, Alex Albon, Red Bull Racing Red Bull Content Pool

Red Bull Content Pool

Max Verstappen, Red Bull Racing, Alex Albon, Red Bull Racing

Max Verstappen, Red Bull Racing, Alex Albon, Red Bull Racing <span class="copyright">Red Bull Content Pool</span>
Max Verstappen, Red Bull Racing, Alex Albon, Red Bull Racing Red Bull Content Pool

Red Bull Content Pool

Max Verstappen, Red Bull Racing, Alex Albon, Red Bull Racing

Max Verstappen, Red Bull Racing, Alex Albon, Red Bull Racing <span class="copyright">Red Bull Content Pool</span>
Max Verstappen, Red Bull Racing, Alex Albon, Red Bull Racing Red Bull Content Pool

Red Bull Content Pool

Max Verstappen, Red Bull Racing all'evento Red Bull Grand Pier in St Kilda

Max Verstappen, Red Bull Racing all'evento Red Bull Grand Pier in St Kilda <span class="copyright">John Toscano / Motorsport Images</span>
Max Verstappen, Red Bull Racing all'evento Red Bull Grand Pier in St Kilda John Toscano / Motorsport Images

John Toscano / Motorsport Images

Alex Albon, Red Bull Racing e Max Verstappen, Red Bull Racing all'evento Red Bull Grand Pier in St Kilda

Alex Albon, Red Bull Racing e Max Verstappen, Red Bull Racing all'evento Red Bull Grand Pier in St Kilda <span class="copyright">John Toscano / Motorsport Images</span>
Alex Albon, Red Bull Racing e Max Verstappen, Red Bull Racing all'evento Red Bull Grand Pier in St Kilda John Toscano / Motorsport Images

John Toscano / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing, parla con la stampa

Max Verstappen, Red Bull Racing, parla con la stampa <span class="copyright">Andy Hone / Motorsport Images</span>
Max Verstappen, Red Bull Racing, parla con la stampa Andy Hone / Motorsport Images

Andy Hone / Motorsport Images

Alex Albon, Red Bull Racing, e Max Verstappen, Red Bull Racing

Alex Albon, Red Bull Racing, e Max Verstappen, Red Bull Racing <span class="copyright">Sam Bloxham / Motorsport Images</span>
Alex Albon, Red Bull Racing, e Max Verstappen, Red Bull Racing Sam Bloxham / Motorsport Images

Sam Bloxham / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing

Max Verstappen, Red Bull Racing <span class="copyright">Glenn Dunbar / Motorsport Images</span>
Max Verstappen, Red Bull Racing Glenn Dunbar / Motorsport Images

Glenn Dunbar / Motorsport Images

Alex Albon, Red Bull Racing, e Max Verstappen, Red Bull Racing

Alex Albon, Red Bull Racing, e Max Verstappen, Red Bull Racing <span class="copyright">Sam Bloxham / Motorsport Images</span>
Alex Albon, Red Bull Racing, e Max Verstappen, Red Bull Racing Sam Bloxham / Motorsport Images

Sam Bloxham / Motorsport Images

Alex Albon, Red Bull Racing, e Max Verstappen, Red Bull Racing

Alex Albon, Red Bull Racing, e Max Verstappen, Red Bull Racing <span class="copyright">Sam Bloxham / Motorsport Images</span>
Alex Albon, Red Bull Racing, e Max Verstappen, Red Bull Racing Sam Bloxham / Motorsport Images

Sam Bloxham / Motorsport Images

Alex Albon, Red Bull Racing, e Max Verstappen, Red Bull Racing

Alex Albon, Red Bull Racing, e Max Verstappen, Red Bull Racing <span class="copyright">Sam Bloxham / Motorsport Images</span>
Alex Albon, Red Bull Racing, e Max Verstappen, Red Bull Racing Sam Bloxham / Motorsport Images

Sam Bloxham / Motorsport Images

Alex Albon, Red Bull Racing, e Max Verstappen, Red Bull Racing

Alex Albon, Red Bull Racing, e Max Verstappen, Red Bull Racing <span class="copyright">Sam Bloxham / Motorsport Images</span>
Alex Albon, Red Bull Racing, e Max Verstappen, Red Bull Racing Sam Bloxham / Motorsport Images

Sam Bloxham / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing

Max Verstappen, Red Bull Racing <span class="copyright">Sam Bloxham / Motorsport Images</span>
Max Verstappen, Red Bull Racing Sam Bloxham / Motorsport Images

Sam Bloxham / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing

Max Verstappen, Red Bull Racing <span class="copyright">Andy Hone / Motorsport Images</span>
Max Verstappen, Red Bull Racing Andy Hone / Motorsport Images

Andy Hone / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing

Max Verstappen, Red Bull Racing <span class="copyright">Andy Hone / Motorsport Images</span>
Max Verstappen, Red Bull Racing Andy Hone / Motorsport Images

Andy Hone / Motorsport Images

Daniel Ricciardo, Renault F1 Team, Max Verstappen, Red Bull Racing

Daniel Ricciardo, Renault F1 Team, Max Verstappen, Red Bull Racing <span class="copyright">Евгений Сафронов</span>
Daniel Ricciardo, Renault F1 Team, Max Verstappen, Red Bull Racing Евгений Сафронов

Евгений Сафронов

Max Verstappen, Red Bull Racing

Max Verstappen, Red Bull Racing <span class="copyright">Sam Bloxham / Motorsport Images</span>
Max Verstappen, Red Bull Racing Sam Bloxham / Motorsport Images

Sam Bloxham / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing

Max Verstappen, Red Bull Racing <span class="copyright">Mark Sutton / Motorsport Images</span>
Max Verstappen, Red Bull Racing Mark Sutton / Motorsport Images

Mark Sutton / Motorsport Images

Max Verstappen e Alex Albon, Red Bull Racing

Max Verstappen e Alex Albon, Red Bull Racing <span class="copyright">Jack Ke</span>
Max Verstappen e Alex Albon, Red Bull Racing Jack Ke

Jack Ke

Max Verstappen, Red Bull Racing

Max Verstappen, Red Bull Racing <span class="copyright">Jack Ke</span>
Max Verstappen, Red Bull Racing Jack Ke

Jack Ke

Max Verstappen, Red Bull Racing

Max Verstappen, Red Bull Racing <span class="copyright">Jack Ke</span>
Max Verstappen, Red Bull Racing Jack Ke

Jack Ke

Max Verstappen, Red Bull RB8

Max Verstappen, Red Bull RB8 <span class="copyright">Red Bull Content Pool</span>
Max Verstappen, Red Bull RB8 Red Bull Content Pool

Red Bull Content Pool

Potrebbe interessarti anche...