Verstappen: "Red Bull vuole tornare a dominare in F1"

Valentin Khorounzhiy

Tra il 2010 ed il 2013, la Red Bull ha vinto quattro titoli costruttori e quattro mondiali piloti con Sebastian Vettel, che alla fine del 2013 ha anche eguagliato il record di Alberto Ascari di nove vittorie consecutive.

Tuttavia, nessun pilota della Red Bull è mai riuscito a stare a meno di 100 punti dal vincitore del titolo da quando è iniziata l'era ibrida nella stagione successiva.

Nonostante tutto, Verstappen, che ha vinto otto gare per la Red Bull dal 2016 ad oggi, ha firmato un'estensione del suo contratto con la squadra di Milton Keynes fino alla fine del 2023.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Parlando con Motorsport.com prima dell'annuncio, il pilota olandese però aveva spiegato: "Mi piace essere parte di questa squadra. E' davvero divertente e anche questo penso che sia un aspetto importante in un team".

"Tutti vanno molto d'accordo. E tutti vogliono vincere, abbiamo una mentalità vincente. Tutti, sia in pista che in fabbrica, sono motivati a dimostrare che possiamo tornare ad essere la squadra dominante che era la Red Bull. Vogliamo provare a ricrearlo".

Quando poi gli è stato domandato se l'obiettivo può essere costruire quello che hanno fatto insieme la Mercedes e Lewis Hamilton, Max ha detto: "Sì, stiamo tutti lavorando per lo stesso obiettivo. Vincere le gare e poi vincere anche il campionato".

Leggi anche:

Verstappen: ai 40 milioni contribuisce anche la HondaAnalisi F1: Verstappen chiude il mercato dei top driver

Fin dal suo primo anno in Red Bull, Verstappen ha lavorato con l'ingegner Gianpiero Lambiase e ritiene che la loro partnership abbia funzionato davvero bene.

"Penso che siamo entrambi molto diretti ed onesti" ha detto Verstappen. "E possiamo dirci in faccia se non abbiamo fatto un buon lavoro. Questo mi piace".

"Poi è un ragazzo che non parla troppo. Non mi piace qualcuno che parli solo per il gusto di farlo, lanciando più messaggi del necessario. Anche per lui vale la stessa cosa e questo mi piace".

"La comunicazione così breve e veloce è la migliore per me. Nel corso degli anni poi ti conosci bene e ora credo che lui spesso sia in grado di indovinare cosa gli sto per dire".

Potrebbe interessarti anche...