Violenza a Barletta: Moschetto picchiato sotto casa

Nuovo episodio di violenza nel calcio minore. Stavolta siamo a Barletta, dove il portiere Gigi Moschetto è stato vittima di un'aggressione al suo rientro a casa.

Come riporta la 'Gazzetta dello Sport' l'estremo difensore del club pugliese, militante in Eccellenza, martedì sera è stato atteso da 5 teppisti incappucciati sotto la propria abitazione subendo un vile pestaggio.

Il 30enne, dopo essere stato picchiato, è stato ricoverato in ospedale: "Apprendiamo con sgomento di una scellerata e incomprensibile aggressione nei confronti del nostro portiere Gigi Moschetto, avvenuta nella tarda serata di ieri, martedì 28 marzo - la nota diffusa su Facebook dalla società biancorossa - L'Asd Barletta 1922 stigmatizza con forza quanto accaduto e spera che gli autori di tale insano gesto possano al più presto essere identificati e assicurati alla giustizia. Al ragazzo ora ricoverato presso l'ospedale "Mons. Dimiccoli" formuliamo l'augurio di pronta guarigione".

La tensione era montata dopo il ko incassato in rimonta sul campo del Trani, dove il Barletta conduceva 3-0 e alla fine ha perso 4-3. Per questo il club aveva deciso di non far indossare più i colori sociali ai calciatori perchè ritenuti non degni, in serata l'aggressione a Moschetto.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità