Vitalizio per tutti i giocatori del Barcellona Campioni d'Europa: "Stipendio a vita"

L'ex blaugrana Heredia ha confessato che Laporta decise di premiare ogni giocatore campione europeo con il Barcellona.
L'ex blaugrana Heredia ha confessato che Laporta decise di premiare ogni giocatore campione europeo con il Barcellona.

Non solo i leggendari giocatori del Barcellona dell'ultimo decennio, da Leo Messi a Xavi, passando per Iniesta e Puyol. Grazie all'ex presidente Laporta, anche gli altri blaugrana riusciti a trionfare in Europa, in anni decisamente più bui, ci sarà gloria eterna. Tutti, infatti, ricevono un vitalizio da parte dei catalani.

Secondo quanto evidenziato da Juan Carlos Milonguita Heredia, ex calciatore del Barcellona negli anni '70, dopo la finle di Champions vinta dai blaugrana nel 2009 in quel di Roma, l'allora presidente Laporta decise di premiare ogni giocatore che avesse vinto con i catalani in territorio europeo. Detto fatto.

Heredia ha raccontato il retroscena a The Tactical Room:

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

"Dopo la vittoria in Champions a Roma contro il Manchester United, l'allora presidente Laporta aveva promesso un vitalizio per tutti i trionfatori in Europa, anche nel passato. La promessa è stata mantenuta".

Poco meno di 250 giocatori ricevono così uno stipendio a vita da parte del Barcellona, ovvero tutti quelli che hanno vinto in Europa negli ultimi sessant'anni. Da giocatori dimenticati e di certo non milionari come quelli attuali, ai big che fanno ancora parlare di sè, ulteriormente premiati per i risultati con i blaugrana.

La rivelazione di Heredia ha diviso i tifosi sui social, tra chi ha elogiato Laporta per aver aiutato diversi giocatori che negli anni '50 percepivano cifre 'normali', premiati decenni dopo, e chi ha invece attaccato l'ex presidente per aver aumentato lo stipendio di altri.

Un caso che sta facendo parlare tantissimo di sè in Spagna e che difficilmente verrà dimenticato nel giro di poche ore, in un modo o nell'altro. Resta solo da capire se tale decisione è stata adottata anche dai successori Rosell e Bartomeu per i trionfi successivi.

Potrebbe interessarti anche...