Viviani non vuole cambiare squadra

·1 minuto per la lettura

Elia Viviani ha fatto un bilancio di questo suo 2020 alla Cofidis, chiuso senza vittorie. "Un'annata così sarebbe meglio mettersela alle spalle il più presto. Dall'altra parte però bisogna analizzare tutto quello che non è andato. Pensavo fosse più semplice ricreare il gruppo per lo sprint attorno a me". "Le colpe le divido a metà con la squadra, 50 e 50. Le mie me le prendo. Potrei dire 20 io e 80 la squadra, però non è così perchè avrei potuto raddrizzare un minimo le cose e non è successo". Nessun ripensamento sul cambio di casacca: "Credo nel progetto della Cofidis, ancor più di prima. Vedo il mio futuro qui, certo che bisogna riuscire a far funzionare bene le cose".