"Vola... un drone nel cielo": la novità portata da Sarri alla Lazio

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
·1 minuto per la lettura
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

La Lazio ha scoperto con - grande - piacere il metodo Maurizio Sarri. Il tecnico toscano è già al lavoro nel ritiro di Auronzo di Cadore per plasmare la sua creatura in vista della nuova stagione. E per farlo ha introdotto una novità tecnologica, già in voga per molti staff tecnici.

Sarri osserva i movimenti della linea di difesa | Marco Rosi - SS Lazio/Getty Images
Sarri osserva i movimenti della linea di difesa | Marco Rosi - SS Lazio/Getty Images

Sulle teste dei calciatori biancocelesti, infatti, non vola l'aquila Olympia - mascotte del club - ma un drone che riprende dall'alto tutte le esercitazioni tattiche che, alla fine della sessione di allenamento, riguarda insieme al suo staff. In particolar modo il drone riprende i movimenti che Maurizio Sarri spiega alla sua linea difensiva: nella sessione mattutina è stata provata prima la linea composta da Marusic, Luiz Felipe, Patric e il neo acquisto Kamenovic, poi la seconda con Lazzari, Vavro, Radu, Hysaj e Fares. Subito dopo è toccato ai centrocampisti e agli attaccanti, con il drone a riprendere tutto quello che accadeva sul campo Zandegiacomo di Auronzo. Per convertire la Lazio e i suoi calciatori al Sarrismo, non servono solo voce e idee, ma anche un supporto tecnologico: ormai il drone è fondamentale per il "Comandante".

Segui 90min su Instagram.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli