Wayne Rainey: “Alex Marquez è una scelta sbagliata per Honda”

Sebastian Fränzschky

L’annuncio del ritiro di Jorge Lorenzo a Valencia ha aperto scenari nuovi in MotoGP in vista della stagione 2020. L’addio del cinque volte campione del mondo ha di fatto spalancato la porta ad Alex Marquez nella classe regina del mondiale ed esordirà il prossimo anno a fianco del blasonato fratello maggiore.

L’arrivo di Alex Marquez però non convince molti, in particolare Wayne Rainey. La leggenda del motociclismo afferma infatti che lo spagnolo rappresenti una scelta sbagliata per il team ufficiale Honda e crede che ci siano altri piloti che potrebbero dare battaglia al Campione del mondo in carica con la sua stessa moto.

Leggi anche:

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Alex Marquez: "Lavorare con il nuovo team è la cosa più importante"

"Se uno dei due si fa male – afferma Rainey – inevitabilmente ciò influirà sull'altro fratello. Tutta la famiglia sarà lì. La squadra sarà costruita come una famiglia, parliamo di due fratelli nella classe regina del mondiale in quella che è probabilmente la squadra migliore. Sarà interessante, ma sarei stato felice di vedere un altro pilota in quel team”.

“Vorrei che qualcuno attaccasse Marc e lo sfidasse. Se Alex dovesse sconfiggere Marc ad un certo punto, lo abbracceranno e non ci sarebbe mordente”. Allora chi sarebbe il prescelto per sostituire Lorenzo ed essere compagno di squadra del pilota più vincente degli ultimi anni? Rainey afferma: “Per me Fabio Quartararo non sarebbe una cattiva scelta, anzi. Sarebbe molto divertente. C’è anche Maverick Viñales, che sta lentamente iniziando a farsi notare”.

"Dovresti guardare i migliori piloti e prenderne uno tra i primi 3 o i primi 4. Dovresti scegliere qualcuno che è già stato in grado di sfidare Marc” – prosegue Rainey, che guarda Andrea Dovizioso con occhio critico: "Con Dovi non sono sicuro. So che se tutto va bene, è veloce. Ma nelle corse è raro che tutto vada bene insieme. Nelle corse motociclistiche di solito è il pilota che ottiene il risultato e meno la moto”.

Alex Marquez e Marc Marquez, Repsol Honda Team

Alex Marquez e Marc Marquez, Repsol Honda Team <span class="copyright">Gold and Goose / Motorsport Images</span>
Alex Marquez e Marc Marquez, Repsol Honda Team Gold and Goose / Motorsport Images

Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Marquez, Repsol Honda Team

Alex Marquez, Repsol Honda Team <span class="copyright">Gold and Goose / Motorsport Images</span>
Alex Marquez, Repsol Honda Team Gold and Goose / Motorsport Images

Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Marquez, Repsol Honda Team

Alex Marquez, Repsol Honda Team <span class="copyright">Gold and Goose / Motorsport Images</span>
Alex Marquez, Repsol Honda Team Gold and Goose / Motorsport Images

Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Marquez, Repsol Honda Team

Alex Marquez, Repsol Honda Team <span class="copyright">Gold and Goose / Motorsport Images</span>
Alex Marquez, Repsol Honda Team Gold and Goose / Motorsport Images

Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Marquez, Repsol Honda Team

Alex Marquez, Repsol Honda Team <span class="copyright">Gold and Goose / Motorsport Images</span>
Alex Marquez, Repsol Honda Team Gold and Goose / Motorsport Images

Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Marquez, Repsol Honda Team

Alex Marquez, Repsol Honda Team <span class="copyright">Gold and Goose / Motorsport Images</span>
Alex Marquez, Repsol Honda Team Gold and Goose / Motorsport Images

Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Marquez, Repsol Honda Team

Alex Marquez, Repsol Honda Team <span class="copyright">Gold and Goose / Motorsport Images</span>
Alex Marquez, Repsol Honda Team Gold and Goose / Motorsport Images

Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Marquez, Repsol Honda Team

Alex Marquez, Repsol Honda Team <span class="copyright">Gold and Goose / Motorsport Images</span>
Alex Marquez, Repsol Honda Team Gold and Goose / Motorsport Images

Gold and Goose / Motorsport Images

Potrebbe interessarti anche...