WEC 2020: una hypercar in stile F1 da Gordon Murray, le foto

WEC F1 t.50 formula 1
WEC F1 t.50 formula 1

La linea di confine fra WEC e F1 si assottiglia. Fra hypercars e supercars, il mondo delle corse si sta arricchendo di grandi novità. Il WEC del 2020 infatti, sta vagliando la possibilità di far correre delle auto che traggono libera ispirazione dalla Formula Maggiore delle corse automobilistiche. L’inventore è Gordon Murray. Il leggendario designer di auto per la Formula 1 è pronto a lanciare questo progetto. Si tratta infatti di una hypercar che avrebbe tutte le carte in regola per farsi valere nel World Endurance Championship e portare con sè una ventata di novità in un campionato sempre appassionante.

WEC e F1 unite

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Il progetto di una nuova hypercar da inserire nel mondo competitivo dell’endurance motoristica è una bella sfida. Tuttavia, se c’è qualcuno che può realizzarla, questo è Gordon Murray. Questo progettista sudafricano si è reso artefice dei progetti più belli ed interesanti della Formula 1 quali Brabham e McLaren.

Il direttore tecnico ha incontrato i vertici del WEC , gli organizzatori della 24 Ore di Le Mans , ACO e la stessa FIA per discutere proprio della possibilità di introdurre una nuova hypercar che utilizzi il ventilatore, una hypercar nota con il nome di T.50 prodotta da lui stesso con la sua Gordon Murray Automotive.

T.50, strada e pista

T.50 si ispira ad un modello già esistente e che ha corso in Formula 1 in passato creata dallo stesso Murray. é proprio alla Brabham-Alfa Romeo BT46B che Murray si ispira. Questa monoposto aveva vinto in F1 guidata da Niki Lauda ed aveva un ventilatore elettrico che però poi è stato eliminato per questioni di regolamento. Il sudafricano da dichiarato che si sono fatti vivi diversi clienti interessati ad entrambi i modelli previsti, anche il Gran Turismo.

WEC F1
WEC F1

La T.50 che correrebbe nella categoria hypercar per vincere l’endurance sarebbe tuttavia completamente diversa dal modello stradale. In commercio inizieranno a circolare circa 100 esemplari dal prezzo di 2 milioni di dollari e sarà una specie di aggiornamento della McLaren F1 che aveva vinto a Le Mans nel 1995 grazie alla sua veste Gran Turismo. Prima di parlare di corse, l’ex progettista ha detto che si parla di idee, perché non ha ancora parlato con Stephane Ratel, il promotore della Blancpain GT Series e ha in programma un meeting necessario per “…capire qual è il suo pensiero sulla direzione che prenderanno le corse delle Gran Turismo”.

I primi prototipi usciranno nel 2022 ma il regolamento corse prevede che 20 esemplari aprano la strada e che il numero venga raggiunto nei due anni che seguono al debutto in pista.

Indiscrezioni e scheda tecnica segreta

Il motore della T.50 sarà un V12 Cosworth di quattro litri e verrà realizzato esclusivamente per questo modello. La prima versione che vedremo sarà quella da corsa.

Il peso sarà differente: la T.50 stradale peserà sui 980 kg mentre la versione da corsa sarà più snella e non supererà gli 890. Due versioni eccellenti per un unico modello di una hypercar che farà parlare di sè.

Potrebbe interessarti anche...