#WengerOut arriva dall'altra parte del mondo: striscione in Nuova Zelanda

500 spettatori per Nuova Zelanda, Fiji, lo spazio per 'Wenger Out' c'è eccome: il tecnico dell'Arsenal continua ad essere in dubbio per il 2017/2018.

Tutto il mondo è paese. E i tifosi delle squadre d'elite europee si trovano in ogni angolo del globo. Vedere per credere quanto è accaduto in Nuova Zelanda, nella gara di qualificazioni Mondiali contro le Isole Fiji: sugli spalti era presente un cartellone contro il tecnico dell'Arsenal.

Dopo essere passato nel cielo di Londra grazie ad un messaggio attaccato ad un aeroplano, 'Wenger Out', la frase virale che tanti tifosi dell'Arsenal stanno condividendo per evitare di vedere rinnovato il contratto del tecnico francese, da troppi anni allenatore di una squadra Gunners senza la minima gloria in Champions League.

In uno stadio da 35.000, quello che ha visto la Nuova Zelanda battere le Fiji, erano presenti appena 500 spettatori: uno di loro ha pensato bene però di appendere un visibilissimo cartello contro Wenger, così da dimostrare che anche nel continente oceanico la pazienza dei tifosi Arsenal è oramai finita.

Nell'ultimo decennio appena quattro trofei per l'Arsenal, tutti non proprio essenziali: due FA Cup, due Community Shield. Zero conquiste della Premier League, che manca oramai dal 2004. Il tasto più dolente rimane l'Europa, con i Gunnersi in finale di Champions solamente nel 2006, tra l'altro persa contro il Barcellona.

Nonostante i tantissimi tifosi in giro per il mondo, lontano dal territorio inglese l'Arsenal ha sempre deluso: oltre alla finale persa in Champions League, i londinesi hanno portato a casa un solo trofeo internazionale, la Coppa delle Coppe del 1994. Da escludere la Coppa delle Fiere, mai riconosciuta dagli organi internazionali.

Wenger ha vinto tutto in Inghilterra, ma nell'ultimo decennio non è riuscito a reggere l'urto di Chelsea e Manchester City, nonostante una possibilità economica elevatissima: la società pensa al futuro, così come il suo tecnico. Nelle prossime settimane la verità.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità