Wimbledon, Berrettini in finale: "Un sogno, devo crederci"

·1 minuto per la lettura

"E' un sogno, devo crederci". Matteo Berrettini è in finale a Wimbledon. "Non ho parole. Mi serviranno un paio d’ore per capire cos’è successo, ho giocato una grande partita. Non avrei mai potuto sognare un momento del genere. Niente… Grazie…", dice il tennista romano dopo la vittoria in semifinale contro il polacco Hubert Hurkacz. "Quando si gioca a questo livello, bisogna essere al top: io cerco di essere al meglio dal punto di vista mentale e tecnico. Pensavo di meritare di vincere anche il terzo set, invece l’ho perso. Mi sono detto 'ora bisogna reagire'. Mi sentivo il più forte in campo, è andata bene". Due anni fa, Berrettini ha giocato la prima partita a Wimbledon: "Ho giocato contro Federer, ho perso, ma è stata una giornata splendida e mi è comunque servita per arrivare sin qui". Ora, resta un'ultima impresa da compiere: "Finora questa è la miglior giornata tennistica della mia vita. Speriamo che domenica vada ancora meglio. Devo crederci".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli