Wimbledon, Berrettini ora sogna: "Sono pronto"

·1 minuto per la lettura
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

"E' tutto pazzesco in questo momento". Matteo Berrettini si gode un posto in semifinale a Wimbledon e nella storia del tennis italiano. L'azzurro ha battuto il canadese Felix Augier-Aliassime nei quarti dello Slam londinese e approda tra gli ultimi 4 'superstiti' del torneo: per ritrovare un italiano in semifinale sull'erba dell'All England Club bisogna tornare all'exploit di Nicola Pietrangeli nel 1960. "Credo che il match con Felix sia stato splendido, mi auguro che il pubblico si sia divertito. Lui è uno dei miei migliori amici nel circuito, non è mai semplice affrontarlo: ma questo è lo sport e io ora sono felice", dice il romano.

"In Australia abbiamo osservato la quarantena insieme e ci siamo allenati per 2 settimane, ci conosciamo bene. La sfida è stata molto complicata: gli auguro il meglio, ma ora sono felice per me", aggiunge. In semifinale, duello con il polacco Hubert Hurkacz, che ha sconfitto Roger Federer in 3 set. “Sta giocando una grande stagione, è in ottima forma se ha battuto Federer in 3 set. Io sono pronto, ho molta fiducia".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli