Wimbledon, Berrettini: "Per me è solo l'inizio"

·1 minuto per la lettura
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

"Per me questo è l'inizio". Matteo Berrettini esce sconfitto dalla finale di Wimbledon contro Novak Djokovic. "Sensazioni incredibili, troppe da gestire. Novak sta scrivendo la storia di questo sport, merita tutto. Io sono contento della mia finale, spero non sia l’ultima. E’ un onore enorme essere qui, queste due settimane sono state splendide. Mancava solo un passo in più… E’ stato un lungo cammino, questa per me non è una fine. E un inizio", afferma il tennista italiano al termine del match.

Berrettini raccoglie i complimenti del rivale, che trionfa a Wimbledon per la sesta volta - la terza consecutiva - e mette in bacheca il ventesimo Slam in una carriera incredibile. "E' stata più di una battaglia. E' stata una partita dura. So che non è bello perdere in finale, ma so che hai una carriera davanti a te -dice Djokovic rivolgendosi a Berrettini-. Hai un tennis potente, sei un vero martello italiano. L’ho provato sulla mia pelle a Parigi e oggi: hai ragione, per te è solo l’inizio".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli