WRC: il Paraguay si candida per entrare nel calendario

Giacomo Rauli

Nella prossima stagione WRC, che scatterà tra poco meno di un mese con il Rallye Monte-Carlo, il continente americano perderà un appuntamento del Mondiale Rally dopo il forfait del Cile, stao vittima di una guerra civile dopo le recenti decisioni del governo locale.

Nelle ultime ore, però, è uscito allo scoperto il Paraguay. lo stato sudamericano ha fatto sapere di essere nn solo interessato, ma anche pronto a ospitare un evento rally di livello mondiale a partire dalle prossime stagioni.

Ad affermarlo è stato il Touring y Automovil Club Paraguayo dopo l'incontro che i vertici dell'organizzazione hanno avuto con il governo del Paraguay. Alla riunione, oltre al capo di stato, erano presenti il presidente del TACPY Hugo Mersan Galli, il presidente della Commissione Sportiva Edgar Molas e un membro della commissione sportiva, Luis Weiler.
Il TACPY ha fatto sapere che ospitare una tappa del WRC è un sogno che ha da tanti anni e ora sembra che le condizioni possano essere favorevoli per avverarlo.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Ora il TACPY dovrà mostrarsi in grado di fare un salto qualitativo a livello nazionale per quanto riguarda il campionato locale rally a livello di organizzazione e strutture per poi poter essere valutato dalla FIA ed essere preso in considerazione dagli organizzatori del WRC.

Intanto il primo passo è stato fatto. Un buon momento, considerate le difficoltà del Cile che hanno costretto gli organizzatori a cancellare l'evento. Inoltre, non è affatto chiaro quando e se la situazione sociale potrà migliorare in breve tempo.

Se i tempi dovessero rivelarsi lunghi, nonostante il contratto pluriennale sottoscritto dagli organizzatori del Rally del Cile con FIA e WRC, il Paraguay potrebbe davvero avere l'opportunità di diventare la terza gara americana del WRC a partire dai prossimi anni.

Potrebbe interessarti anche...