WRC, Rally Messico, PS3: Tanak vola ed è il nuovo leader

Giacomo Rauli
motorsport.com

Il Rally del Messico, terzo appuntamento del WRC 2020, è ripreso nel pomeriggio italiano di oggi con la terza prova speciale delle 24 in programma, la El Chocolate 1 di 31,45 chilometri. Si è trattato della prima stage su terra dell'evento dopo le prime prove spettacolo di questa notte svolte su asfalto.

Ott Tanak è stato perfetto nello sfruttare al meglio un'ottima posizione di partenza e a firmare il miglior tempo. Il pilota della Hyundai non è stato solo fortunato, ma anche molto bravo nel trarre il massimo dalla griglia di partenza della speciale infilando un tempo eccezionale.

Il campione del mondo in carica ha staccato di oltre 10" il primo e il secondo degli inseguitori, rispettivamente Sébastien Ogier con la prima delle Toyota Yaris WRC ufficiali e Teemu Suninen sulla prima Ford Fiesta del team M-Sport.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

A sua volta Ogier ha ottenuto un ottimo tempo partendo dalla terza posizione dopo Evans e Neuville. Questo lo ha aiutato a rimanere davanti a Suninen di appena 2 decimi di secondo. Il 6 volte iridato è anche stato autore di una sbavatura di guida dopo aver colpito una pietra rimasta in traiettoria, probabilmente spostata dalla Hyundai di Neuville transitata poco prima in quel punto.

Il gap da chi ha firmato il quarto tempo in poi è impressionante. Esapekka Lappi ha dovuto fare i conti con un ritardo di 18"2, lamentandosi a fine prova per lo scarso grip trovato in prova. Thierry Neuville, invece, è entrato in speciale per secondo e ha pagato caro il suo posizionamento dovuto alla classifica generale Piloti.

Il belga è quinto, ma il suo ritardo da Tanak è quantificabile in quasi 20". Thierry è comunque riuscito a limitare i danni nella classifica generale e ora occupa la quarta posizione a 17"2 dalla vetta. Per quanto riguarda Dani Sordo, al volante della terza Hyundai i20 ufficiale, il suo esordio stagionale è già da dimenticare.

Nel corso della sua prova lo spagnolo è stato costretto a fermarsi e ad aprire il cofano motore a causa dell'allentamento di un tubo del radiatore della sua i20. Dani è riuscito a chiudere la prova, ma a oltre 5 minuti dai migliori.

Per i due piloti Toyota ancora da nominare, dunque Kalle Rovanpera e il leader del Mondiale Elfyn Evans, non una speciale da ricordare. Il 19enne è arrivato al traguardo in sesta posizione con un danno sulla parte sinistra del muso della sua Yaris, mentre Evans ha faticato come prevedibile essendo entrato in prova per primo.

Rally del Messico - Classifica dopo la PS3

1

Tanak/Jarveoja

Hyundai i20 Coupé WRC

25'33”1

2

Suninen/Lehtinen

Ford Fiesta WRC

+10"6

3

Ogier/Ingrassia

Toyota Yaris WRC

+10"9

4

Neuville/Gilsoul

Hyundai i20 Coupé WRC

+17"2

5

Lappi/Ferm

Ford Fiesta WRC

+20"9

6

Rovanpera/Halttunen

Toyota Yaris WRC

+24"9

7

Evans/Martin

Toyota Yaris WRC

+25"5

8

Greensmith/Edmondson

Ford Fiesta WRC

+31"8

9

Tidemand/Barth

Skoda Fabia R5 Evo

+1'37"9

10

Gryazin/Fedorov

Hyundai i20 N.G. R5

+1'39"2

Potrebbe interessarti anche...