WRC: ufficiale, rinviato il Rally d'Argentina

Giacomo Rauli
motorsport.com

Alla fine anche il calendario 2020 del WRC ha dovuto cedere alla pandemia di coronavirus che sta attanagliando ormai l'intero pianeta. I promotori del Rally d'Argentina, prossima tappa del Mondiale Rally, hanno annunciato poco fa che l'evento sudamericano è stato rinviato.

La gara si sarebbe dovuta tenere dal 23 al 26 aprile, ma l'epidemia di coronavirus ha suggerito ai promotori di chiedere il rinvio della corsa. FIA e promotori del WRC hanno accettato di buon grado questa richiesta, supportata anche dalle nuove linee imposte dal governo del Paese e dal governo della Provincia di Cordoba, luogo in cui si sarebbe dovuto tenere l'evento.

"Capiamo bene che la priorità delle autorità argentine sia quella di prevenire un'ulteriore diffusione del coronavirus nel loro Paese, specialmente nel corso di questo tipo di eventi in cui tante persone si aggregano per assistere alla corsa. Ora lavoreremo a stretto contatto con i promotori dell'evento per trovare un'altra sistemazione nel calendario per il Rally d'Argentina", ha fatto sapere Oliver Ciesla, direttore dei promotori del WRC.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Carlos Carcia Remohì, presidente della commissione sportiva della ACA, ha aggiunto: "E' davvero un peccato, ma abbiamo un problema globale che va oltre noi e abbiamo capito bene come oggi sia necessario salvaguardare la salute di tutti.

"Siamo davvero dispiaciuti di aver preso questa decisione, rinviando il Rally d'Argentina - ha invece sottolineato David Eli, coordinatore generale dell'evento - ma la priorità oggi è preservare la salute dei piloti, dei team, dell'organizzazione e di tutti noi. Speriamo presto di poter celebrare la nostra 40esima edizione del Rally d'Argentina".

Ora l'attenzione si sposta tutta sul nuovo posizionamento della corsa. Come vi avevamo già anticipato ieri, non sarà affatto facile. A rendere tutto più complicato saranno le questioni logistiche, il trasporto del materiale in una trasferta extra europea in un punto del calendario che potrebbe essere più complicato di quello attuale. Non è così da escludere la cancellazione dell'evento, anche se FIA e promotori del WRC faranno di tutto per evitare che questa opzione diventi realtà.

Potrebbe interessarti anche...