WRC3: ecco la livrea della Fiesta R5 di Pedro e Baldaccini

Redazione Motorsport.com

Il 2020 agonistico di “Pedro” ed Emanuele Baldaccini è già entrato nel vivo: nemmeno il tempo di fare un resoconto del 2019 che è già il momento di risalire in macchina e pensare alla gara che aprirà la seconda stagione del pilota bresciano nel Campionato del Mondo Rally.

E che gara! Dato che come da tradizione ad aprire la serie iridata sarà il Rally di Monte-Carlo: “IL” rally per eccellenza, da sempre.

Con la recente presentazione delle livree ufficiali di M-Sport all'Autosport International di Birmingham anche gli ultimi veli sono caduti sulla bellissima Ford Fiesta MK II che utilizzerà “Pedro” nell'agguerritissima pattuglia di WRC3 che quest'anno si daranno battaglia in una classe sempre più agguerrita. Una categoria che da questa stagione vedrà anche altri forti equipaggi italiani ai nastri di partenza, ma sopratutto che è sempre più una fucina di giovanissimi ed altrettanto veloci talenti di tutto il mondo, che utilizzano questa categoria per mettersi il luce nella massima vetrina del rallysmo mondiale, rendendo il confronto in ogni gara sempre più duro e selettivo.

In attesa dei test ufficiali collettivi che culmineranno con i tradizionali “Sunday Test” di domenica 19 gennaio, in questi giorni il team M-Sport ha in programma una serie di prove vicino alla zona di Gap, che vedranno fin da subito impegnato “Pedro”: “Per noi saranno importantissimi questi test - inizia a spiegare il pilota bresciano – innanzitutto per capire, o almeno per averne un idea, di che tipo di fondo troveremo durante la gara. Il meteo al Monte-Carlo è proprio come la pallina della roulette, non sai mai cosa uscirà! Non a caso è considerata la gara più difficile ed incerta di tutto il Mondiale – prosegue “Pedro” - In questi giorni di test per noi sarà essenziale capire il comportamento della vettura sulle diverse tipologie di tracciato che incontreremo, con la Fiesta non abbiamo mai corso in queste condizioni e perciò per noi sarà tutto nuovo: passeremo dall'asfalto asciutto al ghiaccio alla neve, in alcuni casi forse incontrando il tutto anche durante la stessa prova speciale, sarà veramente dura, ma d'altronde anche questo è il fascino di Montecarlo.”

In tutte queste novità da testare ed approfondire, una delle poche certezze per “Pedro” saranno i pneumatici Pirelli, a cui il pilota bresciano è legato da moltissimi anni, una collaborazione con la casa italiana ed il stretto rapporto con il suo ingegnere Terenzio Testoni che permetterà al portacolori di M-Sport di avere un importantissimo punto fermo di riferimento nell'incertezza di una gara come il Montecarlo.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...