Zago comico: l'ex Roma simula un colpo da un avversario

Sfiorato da un avversario in Caxias-Internacional, Antonio Carlos Zago si è portato le mani al volto urlante. E i social non lo hanno perdonato.

Benedetto Sudamerica. Terra dove, almeno calcisticamente, può accadere di tutto e di più. E se qualche settimana fa era stato un raccattapalle situato a bordo campo a simulare un colpo ricevuto da un calciatore, ora tocca a un allenatore.

Il tecnico in questione, peraltro, è un volto particolarmente conosciuto in Italia: si tratta di Antonio Carlos Zago, per quattro anni e mezzo (dal gennaio 1998 all'estate del 2002) alla Roma e oggi allenatore dell'Internacional, costretto a ripartire dalla Serie B nazionale dopo la retrocessione di dicembre.

Durante la gara contro il Caxias, valevole per la semifinale del campionato gaucho e terminata con il successo ai rigori dell'Inter, Zago si è reso protagonista di un episodio curioso: un contrasto tra il suo giocatore Brenner ed Elyeser lungo la linea laterale ha portato quest'ultimo ad alzare il braccio e a sfiorare involontariamente il braccio del tecnico, il quale dopo qualche istante ha iniziato a urlare portandosi le mani al volto.

Una simulazione bella e buona, indotta dalla presenza a pochi metri del direttore di gara, e un episodio che non ha mancato di scatenare i social nei confronti di Zago. Tra i commenti indignati e quelli divertiti, comunque, prevalgono nettamente questi ultimi.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità