Zaha e Dybala ma non solo: i piani della Roma per il dopo Zaniolo

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Lunedì l'ultimo allenamento a Trigoria prima della partenza per il ritiro portoghese, ma la Roma non pensa solo al campo. C'è un mercato da portare avanti con un occhio di riguardo per la trequarti e le corsie esterne d'attacco, con la situazione di Nicolò Zaniolo da monitorare: il giocatore dovrebbe partire con i compagni per il Portogallo, la Juventus si prepara per far entrare nel vivo l'operazione, Tiago Pinto non perde tempo ed è già al lavoro per individuare i possibili sostituti.

DYBALA - Mourinho ha tracciato l'identikit: vuole un giocatore offensivo, che possa garantire più gol per non doversi aggrappare solo ad Abraham o Pellegrini in fase realizzativa. Paulo Dybala in questo senso è un nome giusto e da diverse settimane sul taccuino de giallorossi, affascina i tifosi ed è a parametro zero. Nessun affondo per il momento però, la strategia è quella dell'attesa per valutare l'evolversi degli altri interessamenti sull'argentino (Inter su tutti) e vedere di conseguenza se le pretese economiche della Joya caleranno rendendo più appetibile anche il suo ingaggio.

ZAHA - Più calda la pista che porta a Wilfried Zaha. L'ivoriano classe '92 è stato proposto dai suoi agenti a Tiago Pinto e piace eccome a Mourinho, che lo vede non solo come un esterno d'attacco ma anche come una potenziale alternativa ad Abraham in mezzo. Dal punto di vista economico, le richieste del Crystal Palace (35 milioni di euro) e dell'attaccante sono elevate (percepisce 7 milioni l'anno), ma ci sono margini per trattare e si può beneficiare del Decreto Crescita. L'affare è comunque possibile solo con l'addio di Zaniolo.

I GIOVANI - Dybala e Zaha ma non solo, perché sulla lista della Roma ha fatto capolino anche il profilo del giovane Gonçalo Ramos, ma il 21enne rappresenta più una scommessa e comunque non a buon mercato, perché il Benfica parte da una valutazione di 30 milioni. Nel frattempo, Tiago Pinto porta avanti parallelamente anche la trattativa per Ola Solbakken, destinato a prendere il posto di uno tra El Shaarawy o, più probabilmente, Carles Perez: l'obiettivo è di chiudere in tempi brevi con il Bodo.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli