Zaniolo scalpita: "Roma, non vedo l'ora! Mourinho? Siamo gasati"

·1 minuto per la lettura

"Ho passato l'inverno in tribuna sperando, ogni domenica, che il mister si girasse e mi chiamasse, sebbene sapevo fosse impossibile...". Adesso, per Nicolò Zaniolo, la speranza può diventare realtà. Dopo due rotture del legamento crociato, soprattutto dopo l'ultimo confronto con il prof. Fink (nella clinica di Innsbruck dove è stato operato al ginocchio l'ultima volta) che ha dato il definitivo via libera al talento della Roma, assente ormai da tanto, troppo tempo.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

La Gazzetta dello Sport ha riportato alcuni stralci dell'intervista in esclusiva rilasciata a Sportweek, in edicola domani. E tra gli argomenti principali non può non esserci José Mourinho, nuovo allenatore della Roma (con cui si è già confrontato al telefono più volte): "Siamo gasati, non vediamo l'ora di dimostrargli quanto valiamo. È un grande allenatore, ha vinto tanto. Per me è un onore essere allenato da lui. Non vedo l'ora". Sulle vacanze: "A casa con i miei tra La Spezia e Porto Venere. Al mattino allenamento, al pomeriggio gli amici".

Zaniolo nell'ultima gara con la Nazionale | ANP Sport/Getty Images
Zaniolo nell'ultima gara con la Nazionale | ANP Sport/Getty Images

Zaniolo va avanti con il suo racconto, senza dimenticare Fonseca e la mancata chiamata di Mancini per Euro 2020: "Devo migliorare, lo so. Ma si diventa uomini anche sbagliando. Nazionale? L'Italia viene prima di me, ho capito la scelta del mister. Gioca chi lo merita e io ho passato mesi davanti alla tv. Ora sarò il loro primo tifoso".

Segui 90min su Instagram.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli